Rebecca Zahau, delitto senza colpevole: il giallo della giovane donna

0
1040

La morte di Rebecca Zahau, delitto senza colpevole: il giallo della giovane donna deceduta a soli 32 anni nel 2011.

Rebecca Zahau

Una donna di 31 anni, Rebecca Zahau, conosciuta anche come Rebecca Nalepa, è stata trovata impiccata alla Spreckels Mansion a Coronado, in California, il 13 luglio 2011, e dichiarata morta sul posto. La sua morte è avvenuta due giorni dopo che Max Shacknai, 6 anni, figlio del suo fidanzato Jonah Shacknai, era caduto dalle scale della villa ed era in condizioni critiche in un ospedale.

LEGGI ANCHE >>> Heather Elvis, un giallo ancora aperto: cosa è accaduto

Rebecca Zahau e sua sorella minore Xena erano le uniche persone presenti al momento della caduta di Max. Successivamente, il 16 luglio 2011, Max Shacknai è morto per le ferite riportate. Il 2 settembre dello stesso anno, un giudice ha sentenziato che la morte della giovane donna era un suicidio, mentre quella del bambino era legata a una tragedia domestica. I familiari della donna hanno però fatto ricorso.

LEGGI ANCHE >>> Dawn Schiller, chi è la donna che si era innamorata di John Holmes

Il cold case di Rebecca Zahau, cosa è accaduto davvero alla donna?

I familiari della donna hanno intentato una causa per omicidio colposo da 10 milioni di dollari contro il fratello di Jonah Shacknai, Adam. La giuria di quel processo civile ha ritenuto Adam Shacknai responsabile della morte della Zahau e ha concesso alla sua famiglia un risarcimento di 5 milioni di dollari, nonché ulteriori 167.000 dollari per la perdita del sostegno finanziario che la donna se fosse stata in vita avrebbe fornito a sua madre e ai fratelli. Nel febbraio 2019, Adam Shacknai ha impugnato la sentenza con la difesa sostenendo errori procedurali e la cattiva condotta della giuria. Prima che le argomentazioni finali venissero presentate al giudice, la compagnia di assicurazioni di Shacknai e la famiglia Zahau hanno raggiunto un accordo economico.

Ma molti sono i punti oscuri sulla morte della donna, immigrata birmana, che prima di trasferirsi negli Usa aveva vissuto tra Nepal e Germania.Aveva una sorella maggiore, Mary Zahau-Loehner; una sorella minore, Snowem Horwath, che vive in Germania; e una sorella adolescente, Xena Zahau, tra gli altri fratelli. Quest’ultima, viveva con lei al momento del dramma. Nel 2002, ha sposato l’allora 36enne studente di infermieristica Neil Nalepa di Scottsdale, Arizona; hanno divorziato nel febbraio 2011. A partire dal 2008, lei aveva iniziato a frequentare Jonah Shacknai. L’uomo, CEO di Medicis Pharmaceutical, aveva un figlio con la seconda moglie Dina Romano. La morte del bambino e della donna a distanza di quasi 10 anni hanno molti punti oscuri.