Primo Appuntamento, Alessandro e Federica: chi sono i due giovani

0
836

Nuove avventure per il reality Primo Appuntamento su Real Time, Alessandro e Federica: chi sono i due giovani protagonisti.

(screenshot video)

Tra i protagonisti di Primo Appuntamento, c’è sicuramente una storia che vale la pena raccontare e che sicuramente lascerà il pubblico senza parole. Anzi di storie ce ne sono due in questa puntata del 9 marzo, e sono quelle di Alessandro e Federica, due giovanissimi partecipanti al reality show, entrambi affetti da sindrome di Down.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Flavio Montrucchio e Alessia Mancini: tutto sul loro amore

Come sempre, il programma vede confrontarsi persone che non si conoscono, ma che potrebbero avere tra loro un certo feeling. Impariamo a conoscere meglio i protagonisti e non possiamo fare a meno di raccontarvi qualcosa in più su questi due ragazzi di poco più di vent’anni che si scoprono nel reality show.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Primo Appuntamento, Debora “la calippa” è un volto noto – VIDEO

Alessandro e Federica di Primo Appuntamento: ecco chi sono i due protagonisti

Nel reality show che punta tutto sul colpo di fulmine e condotto da Flavio Montrucchio è tempo di una puntata davvero speciale. Alessandro in particolare ha 21 anni e ha spiegato di aver disegnato la casa in cui andrà a vivere con la sua futura fidanzata. “Prima però la devo conoscere”, ci tiene a precisare il giovane protagonista di Primo Appuntamento nella sua presentazione. Amante di Vasco Rossi, il giovane ha citato un verso del rocker di Zocca.

Incontrerà Federica, che è di un anno più grande di lei e ama ballare, in particolare ama molto la zumba ed è iscritta a una scuola di ballo. Per l’occasione, la ragazza ha scelto di indossare un abito da sera di colore celeste e spiega: “Ho un vestito nuovo, ma nuovo nuovo. Mai usato”. Quindi ha aggiunto: “Amo i tacchi, metto sempre i tacchi”. Ha infine chiarito un aspetto importante del suo carattere: “Sono molto romantica, vorrei che lui arrivasse e mi prendesse la mano”.