Commissario Montalbano, Massimo Cannoletta ne svela i segreti – VIDEO

I romanzi di Camilleri sul Commissario Montalbano e la fiction Rai, in diretta tv Massimo Cannoletta ne svela i segreti: il video.

(screenshot video)

Nella trasmissione di Raiuno, ‘Oggi è un altro giorno’, Massimo Cannoletta, l’ex campione de L’Eredità, è uno dei personaggi più attesi e seguiti. Le sue ‘lezioni’ inchiodano centinaia di migliaia di telespettatori attenti davanti al televisore e sono tantissimi i fan che in queste settimane sperano che il divulgatore culturale abbia presto una trasmissione tutta sua.

Leggi anche –> Massimo Cannoletta, destinazione Sanremo in appena 5 minuti – VIDEO

Il campione salentino sia su Instagram, il cui profilo è seguitissimo e dove cura la rubrica #svelandoilmondo, che su Twitter, è attivissimo. Collabora poi con diverse riviste, ma sono appunto i suoi passaggi televisivi a riscuotere il successo maggiore. Non poteva mancare, all’interno dello spazio “Massimo 5 Minuti” il posto per il Commissario Montalbano, il filone televisivo interpretato da Luca Zingaretti e ispirato ai romanzi di Andrea Camilleri.

Leggi anche –> Greta Scarano, Angela del Metodo Catalanotti: prenderà il posto di Montalbano?

La lezione di Massimo Cannoletta sul Commissario Montalbano

Due sere fa, l’8 marzo, è andata in onda la fiction Rai dal titolo “Il Metodo Catalanotti”, ultimo appuntamento con Il Commissario Montalbano. Anche in questa ultima occasione, gli ascolti sono stati da record e Massimo Cannoletta non poteva restare in silenzio di fronte a un fenomeno televisivo come questo. Tra gli aneddoti raccontati dal divulgatore culturale in trasmissione non poteva mancare un riferimento alla Sicilia e in particolare a Vigata, la località “immaginaria” in cui si svolge la vicenda.

Non è mancato anche un ricordo del grande scrittore Andrea Camilleri e dei suoi ultimi giorni, in cui aveva “completamente perso la vista”, evidenzia Massimo Cannoletta. L’ex campione del quiz show più longevo della televisione italiana ha ricordato come lo scrittore aveva sottolineato di avere un rammarico per aver perso la vista, in particolare perché non poteva più vedere la bellezza femminile. “Noi sappiamo quanto fosse sensibile alla bellezza femminile”, ha aggiunto ancora Cannoletta, sottolineando anche come il grande scrittore italiano fosse altrettanto sensibile all’arte in generale e alla cultura in particolare.