Morimoto, arrestato in Paraguay l’ex calciatore del Catania: i motivi

Takayuki Morimoto, ex attaccante dei siciliani è finito nei guai dopo un incidente stradale tra la sua auto e una moto

Morimoto
Takayuki Morimoto ai tempi del Catania (Getty Images)

Guai per il calciatore giapponese ex Catania Takayuki Morimoto. L’attaccante oggi in forza al Luqueno nella massima sere paraguaiana è accusato di omissione di soccorso dopo un incidente stradale che l’ha visto coinvolto.

Con la sua auto si è scontrato con un motociclista al quale non avrebbe prestato soccorso. Quando è stata chiamata la polizia e gli agenti sono arrivati sul luogo dell’incidente, il calciatore è risultato positivo all’alcol test. Il suo tasso era di 0,41 mg.

Per il 33enne un periodo decisamente negativo. La sua carriera negli ultimi anni (sulla via del tramonto visto anche l’età non più giovanissima) non sta andando a gonfie vele. Con la nuova squadra ancora non ha neanche esordito e certamente questo episodio influenzerà sulle sue eventuali performance in campo se non addirittura sulla permanenza nel club sudamericano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Europei, Ceferin (pres. Uefa): “Tifosi allo stadio o valuteremo altre sedi”

Morimoto, a Catania per sei stagioni

Getty Images

Ben lontani dunque i tempi in cui faceva gioire i propri tifosi come successe a Catania. L’attaccante giunse in Sicilia dalla società giapponese del Tokyo Verdi e rimase una prima volta per cinque stagioni, dal 2006 al 2011. In tutto solo 15 gol ma non mancarono le belle prestazioni e gli assist ai compagni.

La stagione più prolifica la 2008-2009 quando in campionato realizzò 7 gol in 27 presenze mentre l’anno successivo scese in campo 23 volte, andato in rete 5.

In Serie A ha giocato anche con in Novara: correva la stagione 2011-2012 e con i piemontesi segnò 4 reti in 18 presenze. L’anno dopo volò di nuovo ai piedi dell’Etna ma non segnò neanche una volta in 5 presenze in campionato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie B, gol da “casa sua” di Castagnetti della Cremonese – VIDEO

Dopo l’esperienza catanese, altre in giro per il mondo; prima con il Al Nasr in Arabia Saudita poi di nuovo in patria, fino all’ultima in Paraguay che ha un futuro incerto visti i problemi giudiziari.