Andrew Wardle, l’uomo senza pene: la sua incredibile storia

0
1174

Il dramma di Andrew Wardle, l’uomo senza pene: la sua incredibile storia e la nuova vita grazie alla chirurgia.

(screenshot video)

Andrew Wardle ha ricevuto un pene bionico da 50.000 sterline dopo essere nato senza l’organo riproduttivo. Diamo un’occhiata alla storia del coraggioso inglese. Andrew, 45 anni, di Manchester, è nato senza pene a causa di un’anomalia alla nascita di 1 su 20 milioni. I medici dello Stepping Hill Hospital di Stockport pensavano che sarebbe morto.

Leggi anche -> Lindsey Witte di Vite al Limite: le ultime foto della donna

Il piccolo sopravvisse ma restò senza pene. Chirurghi di Hong Kong sono stati convocati per rimettere la vescica nel corpo, ma da allora ha subito più di 100 operazioni su di essa e sui suoi reni. Nessun risultato è stato constatato a lungo. Incapace di sopportare un bambino in quelle condizioni, sua madre single lo ha dato in adozione.

Leggi anche -> Vite al limite, l’incredibile trasformazione di Lindsey Witte: ecco com’è oggi

La nuova vita di Andrew Wardle, l’uomo nato senza pene

Andrew si è rivolto alla droga per far fronte alle sue condizioni e ha anche tentato due volte di porre fine alla propria vita. Solo quando è arrivato sulla trentina d’anni, ha scoperto che i medici potrebbero essere in grado di modellarne uno per lui utilizzando un’operazione chiamata falloplastica. Alla fine è andato sotto i ferri a giugno 2014, quando i chirurghi hanno creato l’organo usando la pelle del braccio e i nervi delle gambe e poi l’hanno applicato in una procedura durata circa dieci ore.

L’uomo, che è felicemente fidanzato con Fedra Fabian, ha trascorso dieci giorni con l’erezione agonizzante e gli è stato ordinato di aspettare almeno sei settimane prima di fare sesso. Ha quindi contratto una sospetta infezione della cistifellea pochi giorni dopo aver perso la verginità. Il 45enne, che usa un bottone all’inguine per gonfiare l’organo con fluido salino attraverso una valvola nello scroto, ha detto a The Sun di essere contento del suo pene “ridicolmente grande”. Ma dopo aver usato la sua nuova virilità per fare sesso per la prima volta – in una sessione di 30 minuti con la fidanzata – ha deciso di essere un papà.

A quanto pare, anche il secondo intervento è riuscito. Non solo Andrew ora può provare sensazioni piacevoli, ma l’organo è penetrato nei suoi testicoli, aumentando la possibilità di bambini. Ma non solo il suo desiderio non si è realizzato: Andrew Wardle ha anche perso il primo pene impiantato e nel 2020 ha dovuto subire una seconda operazione dello stesso tipo. Si tratta del primo caso di questo genere.