Le previsioni meteo per il 23 marzo: vento forte e neve sferzano Centro e Sud

0
275

Ultimo giorno di freddo e maltempo prima che, da mercoledì, il cosiddetto impulso artico lasci il passo a condizioni meteo migliori, per martedì 23 marzo le previsioni di Protezione Civile ed Aeronautica Militare indicano temperature basse, neve e venti forti di burrasca con mareggiate sulle coste esposte.

Previsioni Meteo 23 marzo

Il bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella tarda serata di ieri lunedì 22 marzo e valido per tutto oggi martedì 23 marzo segnala  meteo avverso per venti di burrasca. Nello stesso documento è indicata un’allerta meteo gialla sul Basso Fortore in Puglia, sulle coste della Basilicata, sul tratto Ionico della Calabria e sulla Sicilia orientale.

Le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare per il 23 marzo

Il bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare, emesso il 22 marzo e valido per tutto oggi indica accade nei singoli settori del Paese.

Nord Italia: – Tempo stabile su tutte le regioni del quadrante ad eccezione di residui annuvolamenti su Liguria ed Emilia Romagna.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Droni e software per coltivare i campi: le nuove frontiere dell’agricoltura

Centro Italia e Sardegna: – Nuvolosità sparsi spesso compatta su tutto il quadrante e in particolare su Abruzzo e Lazio. Piogge deboli e nevicate sulla fascia dell’Appennino fino a 600 metri di altezza. Cielo sereno sulla Sardegna.

Sud Italia e Sicilia: – Allerta meteo di livello giallo su settori di Puglia, Molise, Calabria e Sicilia. Il vento di burrasca causa mareggiate su tutte le coste esposte. Cielo nuvoloso con piogge diffuse su tutto il resto del territorio con quota neve ai 600 Appennino e Sicilia. Deciso miglioramento dal tardo pomeriggio.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Il 22 marzo è la Giornata mondiale dell’acqua: come evitare lo spreco

Le temperature minime sono senza variazioni rispetto a ieri ad eccezione del lieve aumento previsto sulla Pianura Padana e sulla Sardegna. Le temperature massime sono stazionarie ad eccezione del rialzo previsto sul Friuli Venezia Giulia e del calo in atto su Piemonte, Veneto e Lazio.