Kelly Mason, il dramma dopo Vite al Limite: la donna è morta

0
1164

Stasera su Real Time la replica di Vite al Limite, la storia di Kelly Mason: il dramma dopo il reality, la donna è morta.

(screenshot video)

Il reality show Vite al limite documenta i sacrifici fatti da molte persone che cercano di perdere peso. Una di loro, Kelly Mason, è protagonista della replica della trasmissione che va in onda nella serata di oggi su Real Time. Purtroppo però la giovane donna è morta qualche anno fa e questo ha sconvolto i tanti fan del programma dedicato agli obesi patologici che sperano di perdere peso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Lisa Fleming di Vite al limite è morta: ma le repliche vanno in onda

Ma il suo non è comunque l’unico decesso dopo aver partecipato alla trasmissione. In tanti altri non ce l’hanno fatta. Va fatta comunque una premessa: il programma ospita persone che hanno già delle particolari patologie. Tra coloro che hanno perso la vita c’è anche ad esempio James King, morto quasi un anno fa. Di recente, abbiamo anche parlato del caso di Lisa Fleming, deceduta dopo il programma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Lisa Fleming non è l’unica morte dopo Vite al Limite

La triste storia di Kelly Mason di Vite al Limite

Quando abbiamo incontrato per la prima volta Kelly Mason, nativa della Carolina del Nord, la donna pesava circa 320 kg. “Vorrei avere un corpo diverso”, ha detto entrando nel programma e spiegando come la lotta per dimagrire e vivere in quel corpo stesse diventando “una tortura”. La donna apparve determinata e sostenuta dal famoso dottor Now, che la spronava: “Devi iniziare a perdere peso immediatamente perché ogni giorno è una questione di sopravvivenza o meno”. Peraltro la donna ha talmente tante patologie legate al suo peso che il medico dubita che possa farcela e lo dice chiaramente.

Purtroppo, nonostante i suoi migliori sforzi e la sua nuova prospettiva di vita, Kelly Mason non ce l’ha fatta: è morta nel sonno, ha sostenuto il medico legale annunciandone il decesso. “Kelly ha combattuto per molto tempo con le sue condizioni cardiache”, dice un addolorato Dr. Now. Il luminare di origini iraniane ha anche sottolineato: “Considerando le condizioni in cui si trovava il cuore di Kelly, questa notizia non è del tutto inaspettata. Ero ancora molto fiducioso che saremmo riusciti a farla uscire dal suo stato di insufficienza cardiaca, quindi sono molto rattristato di sentire questa notizia”. Peraltro la donna era ancora in cura dal medico quando è avvenuto il decesso. Il necrologio per ricordarla riportava queste parole “Ora sei libera”.