Covid, l’Oms fa luce sull’origine della pandemia: l’esito dell’indagine in Cina

0
201

L’Oms ha concluso l’indagine in Cina sull’origine del Covid: secondo la bozza del rapporto finale, che sarà presto reso pubblico, la fuga del virus dal laboratorio di Wuhan è “estremamente improbabile”.

covid, il rapport oms sulla sua origine
Credit: Sylvain Lefevre/Getty Images

L’ipotesi secondo cui la pandemia si sia sviluppata dal laboratorio di Wuhan, in Cina, diventa sempre meno concreta. I responsabili della missione dell’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, incaricati di indagare sulle origini del Covid, hanno concluso che è “estremamente improbabile” che il virus sia di origine artificiale.

A riportare la notizia è stata l’Associated Press, dopo aver visionato in esclusiva la bozza del rapporto conclusivo degli esperti, inviata da un “diplomatico di stanza a Ginevra” in forma anonima. Come riferito dallo scienziato che ha guidato le indagini, Peter Ben Embarek, la versione definitiva della relazione dovrebbe essere pubblicata a breve.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, le varianti preoccupano l’Oms: “L’Europa si unisca sui vaccini”

Cosa dice la bozza del rapporto Oms sull’origine del Covid

Secondo l’esito della missione dell’Oms in Cina, lo scenario più probabile sull’origine della pandemia è che il virus sia passato dai pipistrelli all’uomo attraverso un altro animale. Il rapporto afferma infatti che “la distanza evolutiva tra questi virus-pipistrello e il SARS-CoV-2 è stimata in diversi decenni, suggerendo un collegamento mancante”. Al momento tra le ipotesi è che possano essere stati portatori del nuovo coronavirus anche pangolini, visoni e gatti. Il quadro è tuttavia ancora da chiarire con ulteriori studi sul fenomeno della zoonosi, ossia il passaggio dei virus dagli animali all’uomo.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, Breton presenta il passaporto sanitario: ecco come funziona

Come si può leggere nell’articolo di Associated Press, la diffusione del virus attraverso prodotti alimentari legata alla “catena del freddo” è invece ritenuta possibile, ma non probabile. Inoltre, secondo la bozza del rapporto dell’Oms, la scoperta di altri casi lievi rilevati prima dello scoppio della pandemia a Wuhan suggerirebbe che il virus potrebbe essersi diffuso anche da un altro luogo. Per questo motivo “al momento non è possibile trarre alcuna conclusione definitiva sul ruolo del mercato di Wuhan nell’origine dell’epidemia”.