Behgjet Pacolli, il milionario kosovaro: cosa c’entra con Denise Pipitone

0
299

Cosa sapere su Behgjet Pacolli, il milionario kosovaro citato dalla trasmissione ‘Chi l’ha visto?’: cosa c’entra con Denise Pipitone.

(screenshot video)

Torna di strettissima attualità la scomparsa di Denise Pipitone, la bimba della quale nel 2004 si persero le tracce a Mazara del Vallo. Questo perché ci sarebbe una giovane russa, Olesya Rostova, che sostiene di essere stata rapita da bambina e portata in un campo rom. La ragazza assomiglierebbe a Piera Maggio, mamma della bimba scomparsa.

Leggi anche –> Chi l’ha visto, Denise Pipitone potrebbe essere in Russia

Per questo da due giorni in Italia non si parla d’altro e anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’ ha riservato ampio spazio oggi alla vicenda. In questa storia, c’è anche un ruolo importante che avrebbe avuto, proprio nei primissimi tempi, un uomo d’affari kosovaro di etnia albanese, che è molto conosciuto anche in Italia.

Leggi anche –> Denise Pipitone e Olesya Rostova: spuntano nuovi dettagli

Cosa c’entra il milionario kosovaro Behgjet Pacolli con Denise Pipitone?

Si tratta di Behgjet Pacolli, esperto di rapimenti internazionali, imprenditore, ex presidente e poi ministro degli Esteri del Kosovo, ex compagno di Anna Oxa, classe 1951. Fu lui per primo a parlare di sequestro internazionale e adesso quelle sue tesi tornano a far discutere. Infatti, sono in molti a chiedersi perché Pacolli dopo essere intervenuto si sia poi tirato in qualche modo indietro. Un legale della famiglia di Denise fu molto preciso all’epoca: “Avevamo pensato che quest’uomo avesse trovato effettivamente Denise viva”.

In sostanza, per primo il milionario kosovaro sostenne la tesi che quella bambina fosse stata rapita o comunque ceduta a persone di etnia rom e quindi portata nei Balcani. Parole che dopo aver pronunciato, aveva poi smentito. Ma che adesso che emerge in maniera così prepotente la pista russa e la mamma di Denise Pipitone, Piera Maggio, manifesta un cauto ottimismo su tutta la vicenda, tornano a far discutere. Se Pacolli sapesse davvero qualcosa oppure no, oggi a 17 anni di distanza da quella scomparsa, è uno dei punti oscuri di questa vicenda che non è mai stato chiarito.