Nuove aperture in Gran Bretagna: follia nei parchi

0
85

Da qualche giorno in Gran Bretagna, visti i passi in avanti nelle vaccinazioni ma anche i dati positivi sulla recessione del contagio le misure di restrizione hanno subito qualche allentamento: i cittadini sono ritornati a riempiere le strade e, complice anche il bel tempo, i parchi. Ma la nota positiva è stata macchiata da alcuni episodi spiacevoli, come riporta il Daily Mirror.

(Screenshot The Mirror, FOREST RECREATION GROUND)

Dopo l’allentamento delle misure restrittive, alcuni episodi spiacevoli hanno avuto seguito in Gran Bretagna: il The Mirror riporta immagini di violenza e vandalismo all’interno dei parchi, tra risse e un caos che preoccupa. Le immagini arrivano da Hyde Park di Leeds, ma le follie hanno avuto come sede anche altri parchi britannici e spazi pubblici.

Orribili le immagini che arrivano da Hyde park (Leeds). Alcuni avevano approfittato della bellissima giornata per prendersi un po’ di sole, la stessa situazione si replicava anche in altri parchi in tutto il paese, nulla di illecito fin qui, anzi, aria di festa, se non fosse per il fatto che il giorno seguente, come riporta il The Mirror i rifiuti erano sparsi ovunque, incluse le bottiglie di birra. Ma peggio ancora a verificarsi sono stati episodi di violenza, sono diverse infatti le immagini che riprendono volti insanguinati dopo folli risse, con tanto di agenti poi a indentificare i soggetti coinvolti. E questo è successo in modo seppur diverso in diversi parchi del paese, come il Forest Recreation Ground di Nottingham che dopo una festa notturna riversava in condizioni pietose a causa dei rifiuti lasciati senza regole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuovo decreto Covid, niente zona gialla ad aprile: tutte le novità

A Manchester mercoledì sera si era tenuto persino un dj set dal vivo, organizzato illegalmente, con la partecipazione di un centinaio di persone. 200 persone si sono invece riunite al Forest Recreation Ground nella serata di ieri. Testimoni hanno riportato al Mirror che le persone presenti alla festa non tenevano nessun distanziamento e tantomeno alcun dispositivo di protezione individuale riferendo che le autorità hanno controllato in modo molto superficiale. Oggetti di ogni tipo abbandonati sul prato, questo è stato il risultato dell’evento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gran Bretagna: Covid in retromarcia, iniziano a vedersi gli effetti dei vaccini

Mark Drakeford, Primo Ministro gallese, ha detto alla Bbc: “Ho visto le fotografie e ho visto gli account in televisione, e ad essere onesti è scioccante” – “Sono stato un forte sostenitore dell’approccio della polizia in Galles di informare, educare e persuadere, e questa è assolutamente la cosa giusta da fare prima. “Dove le persone hanno deliberatamente e intenzionalmente deciso di fare cose che possono causare un rischio ad altre persone, allora sia l’autorità locale che la polizia hanno poteri che possono usare.”Sono preoccupato perché quando vedi quelle scene, allora ci dice che c’è una piccola minoranza di persone in Galles che ancora in qualche modo crede che il coronavirus non significhi loro”, ha detto il Primo Ministro. “Abbiamo avuto persone sui 20 anni e sui 30 che morivano in Galles a causa del coronavirus. Ognuno di noi deve continuare a comportarsi in modi che mantengano noi stessi e le altre persone al sicuro”.