Sara Croce denuncia molestie: “A Milano uno mi seguiva per strada”

0
132

La Bonas di Avanti un Altro, Sara Croce interviene sul catcalling e denuncia molestie: “A Milano uno mi seguiva per strada”.

(Instagram)

Rispolvera le parole pronunciate da Aurora Ramazzotti contro il Cat Calling, la showgirl Sara Croce, Bonas di Avanti un Altro e influencer con oltre 900mila follower su Instagram, la quale si dimostra molto sensibile sul tema. “Basta fischi e commenti sessisti per strada”, era stato l’invito della figlia di Eros e Michelle Hunziker, la quale aveva appunto lanciato l’allarme che purtroppo è comune e non riguarda solo persone di spettacolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sara Croce dimagrita: “Non è stato un bel periodo” – FOTO

La Croce, attraverso le sue Instagram Stories, rilancia l’allarme e si ritrova al centro di un dibattito davvero stucchevole. Sul cosiddetto ‘Catcalling’, infatti, la giovane mette ben in evidenza: “Penso che sia sminuito da molti perché probabilmente non l’hanno provato mai sulla propria pelle”. Un concetto chiaro, ma che comunque suscita molte polemiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sara Croce, la Bonas vuole i danni per molestie: le sue motivazioni

La replica di Sara Croce alle polemiche sul catcalling

(Instagram)

Sara Croce, nelle sue Instagram Stories, arriva anche a denunciare: “Uno a Milano era arrivato anche a seguirmi e a dirmi cose schifosissime. Ci vorrebbe più educazione su questo tema”. La giovane showgirl sottolinea di non essere contraria ai complimenti, ma di trovare assolutamente fastidiosi fischi, clacson e battutine. Nulla da eccepire, insomma, sul suo pensiero. Ma le sue parole scatenano un dibattito ampio e in particolare c’è chi evidenzia: “Siete le stesse che postate foto mezze nude per poi indignarvi”.

La showgirl e influencer replica al contenuto di queste parole, replicando: “Siete gli stessi che pensano che se andassi in giro mezza nuda e venissi molestata sarebbe giustificato?”. Insomma, ribadisce, il problema non è il complimento in sé, ma la modalità con la quale questo viene fatto. Le polemiche non si placano: in molti accusano Sara Croce di lavorare con il suo corpo e poi di lamentarsi per un complimento, ma ci sono anche molte donne che si schierano dalla sua parte e spiegano di aver avuto situazioni del genere e di essersi sentite a disagio. Sull’accusa di ‘mostrarsi’ in tv, la sua replica è decisa: “In televisione sono tutelata”.