Deal With It – Stai al gioco: anticipazioni prima puntata

Deal With It – Stai al gioco, torna stasera, 5 aprile, con un nuovo ciclo di puntate sul canale Nove.

 

(Instagram)

Gabriele Corsi, torna sul Nove con una nuova serie di puntate di Deal With It – Stai al gioco, il fortunato programma prodotto da Banijay Italia in cui i concorrenti, pur di vincere la cifra di 2 mila euro, organizzano scherzi terribili ai propri conoscenti. Anche quest’anno, la lista dei vip che aiuteranno i partecipanti è lunga e inaspettata. Per conoscerli tutti, questa sera, 5 aprile, sintonizzatevi alle 20.25 sul canale Nove.

Leggi anche -> Tess Masazza, chi è la blogger di Insopportabilmente Donna

Anticipazioni ‘Deal With It – Stai al gioco’

I nuovi episodi sono stati girati interamente a Firenze da gennaio a marzo. Anche per questa nuove edizione sarà Gabriele Corsi, componente del Trio Medusa, a condurre il fortunato programma di Nove, che dal 2019 fa divertire i telespettatori con scherzi e risate imprevedibili.

L’obiettivo del gioco, è molto semplice. Un concorrente organizza uno scherzo ad un conoscente, partner, amico o familiare, mentre sono a cena. Gli scherzi aumentano di difficoltà ad ogni portata e il partecipante deve attenersi a ciò che gli viene suggerito da un auricolare. Il premio in palio è 2 mila euro.

Anche quest’anno, Gabriele Corsi sarà aiutato da una serie di personaggi famosi. Tra i tanti, troviamo ad esempio l’influencer Valentina Ferragni, il comico Nino Frassica, il patron di Radio Deejay Linus, Pupo, e ancora l’attrice Angela Finocchiaro, Max Giusti, l’ex calciatore Fabrizio Ravanelli, “il signore degli anelli” Yuri Chechi e tanti tanti altri.

Leggi anche -> Gianni Morandi racconta il terribile incidente: “Qualcuno da lassù mi ha salvato”

Il conduttore ha rivelato a Tv, sorrisi e canzoni una serie di novità, a partire da uno studio tutto nuovo e più grande, in modo da garantire la distanza di sicurezza prevista dalle norme anti-Covid. A quanto pare, gli scherzi non saranno solo legati alla gelosia, come normalmente avveniva, ma anche ad altri vizi capitali, quali la gola e l’avarizia. In più, afferma ancora il conduttore, per alcuni scherzi, la produzione si è lasciata ispirare anche da successi internazionali, come La regina degli scacchi e Dieci piccoli indiani.