NAIP, com’è cambiata la sua carriera dopo X-Factor

0
72

NAIP è il cantante trasversale che ha conquistato il popolo di X-Factor, infatti il cantautore calabrese è stata una bella scoperta e rivelazione durante X-Factor 2020.

NAIP, il cantautore che ha stupito i quattro giudici di X-Factor (Instagram)
NAIP, il cantautore che ha stupito i quattro giudici di X-Factor (Instagram)

Nonostante la pandemia, X-Factor è andato in onda anche nel 2020 regalando al pubblico degli artisti dal curioso talento e particolare dedizione.

Tra di loro c’è un cantante calabrese, il quale è riuscito nell’impresa di far entusiasmare tutti, tra pubblico e giudici. Lui è Michelangelo Mercuri, è originario di Lamezia Terme in Calabria.

Non si sa molto della sua vita privata, l’artista non ha raccontato molto su ciò che era prima di partecipare ad X-Factor. Il suo acronimo NAIP sta per Nessun Artista In Particolare.

L’avventura ad X-Factor è cominciata proprio grazie ai Sì istantanei dei giudici dinanzi alla sua esibizione “Attenti al loop”, infatti in quell’occasione è riuscito a stupire tutti e quattro i giudici.

Mika dichiarò che il pezzo gli piaceva proprio perché poteva apprezzare la verità assurda del testo, allo stesso tempo la musicalità e il senso potrebbe essere apprezzato anche da un bambino di 6 anni.

Agnelli rimase colpito dalla sua performance dichiarando di esser rimasto senza parole proprio perché tutto confluisce, il suo talento, l’idea d’identità e la consapevolezza di ciò che vuol essere.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tommaso Zorzi nuovo conduttore di X Factor? I fan lanciano l’Hashtag

NAIP, cosa fa adesso il cantautore dai mille talenti e controsensi

Emma lo definì trasversale e geniale al tempo stesso, il suo genio è qualcosa che in pochi possono apprezzare e cogliere a pieno. La sua teatralità nei gesti e l’attenzione ai dettagli ha fatto si che l’artista si facesse strada nel programma.

Superando un ostacolo dopo l’altro, l’artista ha saputo mostrare anche il suo lato più emotivo senza rischiare nulla sul palcoscenico. L’artista nasce nel 1991, la passione per la musica arriva all’età di 16 anni, è un polistrumentista, infatti ha imparato a suonare diversi strumenti.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: X Factor 2020, la vendetta di Mika su Hell Raton: tutti i nomi dei…

Nella città di Bologna ha scelto il suo nome d’arte, infatti ha dichiarato di amare il significato estetico e concettuale del suo nome, il quale viene accentuato dalla competizione artistica dei giorni nostri.

Infatti essere particolare è difficile, iniziando a fare musica all’età di 16 anni gli ha cambiato la vita, proprio perché sino a 15 voleva fare il calciatore.

Il cantautore ha apprezzato la musica più tardi rispetto agli altri artisti, ecco perché non si definisce un artista o un cantante a tutti gli effetti rispetto ai suoi colleghi nel mondo musicale.