Denise Pipitone, l’avvocato smentisce: “Mai detto che Olesya non è lei”

0
575

Denise Pipitone, Giacomo Frazzitta non conferma quanto circolato questa mattina su vari siti. Documentazione esami consegnata alla Procura

Denise Pipitone
Avvocato Giacomo Frazzitta (foto Facebook)

Il nuovo capitolo che si è riaperto da qualche settimana sulla vicenda di Denise Pipitone ogni giorno scrive nuove pagine. Nel pomeriggio è arrivata la smentita dell’avvocato che assiste Piera Maggio, la madre della piccola scomparsa nel 2004. Il legale Giacomo Frazzitta ha dichiarato che non ha rilasciato alcuna dichiarazione nelle scorse ore dove avrebbe detto che il Olesya Rostova, la ragazza russa che ha fatto gli esami del sangue, non è Denise.

Oggi in Russia, quando in Italia saranno le 18.45, andrà in onda Lasciateli parlare, la trasmissione che si è occupata del caso della ragazza che cerca la madre e che potrebbe essere la bambina scomparsa diciassette anni fa a Mazara del Vallo. Il programma è stato registrato ieri e l’avvocato è intervenuto via Skype ma a patto che conoscesse quale fosse il risultato degli esami del sangue che sarà svelato oggi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Silvio Berlusconi nuovamente ricoverato in ospedale, domani il processo

Denise Pipitone, i documenti degli esami di Olesya in mano ai magistrati

Denise Pipitone, le dichiarazioni della madre Piera Maggio "rimaniamo con i piedi ben saldi a terra" (YouTube)

Secondo indiscrezioni circolate questa mattina, l’avvocato Giacomo Frazzitta avrebbe detto che gli esiti degli esami (preliminari a quelli del Dna) avevano mostrato incompatibilità e che quindi la russa non è Denise. Ora è arrivata la smentita del legale che ha rilasciato delle dichiarazioni all’agenzia Adnkronos. Ha confermato in parte quanto circolato questa mattina, ossia che la documentazione degli esami sarebbe stata consegnata alla Procura di Marsala, atto avvenuto questa mattina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> San Patrignano: i figli di Muccioli querelano Netflix

I documenti gli sono stati consegnati ieri via email dal collega russo che assiste Olesya, poco prima della registrazione della trasmissione. “Ho preso l’impegno con i legali russi a non rivelare nulla prima di oggi“, ha detto. Se l’esito che sarà reso noto oggi dimostrerà compatibilità con gli esami del sangue di Denise, si procederà al test del Dna. Confermato invece un altro dettaglio che vari siti e organi di informazioni hanno riportato: in trasmissione è apparta un’altra ragazza, presunta sorella di Olesya.