Milano, senzatetto aggredito da un ubriaco: è gravissimo

0
250

Un senzatetto a San Donato Milanese, centro della cintura metropolitana di Milano, è stato aggredito da un 57enne ubriaco: versa in gravissime condizioni

(Getty Images)

Un uomo ubriaco ha selvaggiamente aggredito un senzatetto, la scorsa notte, a San Donato Milanese, in provincia di Milano. La vittima dell’aggressione, trasportata in codice rosso all’ospedale, si trova ricoverata in prognosi riservata al Policlinico di Milano. Il presunto aggressore, un 57enne, brasiliano, anch’egli senza fissa dimora, è stato arrestato dai carabinieri. I militari dell’Arma lo hanno rintracciato poco lontano dal luogo del pestaggio, in via Jannozzi, in evidente stato di ebbrezza, con i vestiti ancora laidi di sangue.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Milano, finti ‘assistenti civici’ comunali: denuncia agli youtuber di The Show

Milano, senzatetto aggredito da un ubriaco: è gravissimo. Sconosciuto il movente

I carabinieri sono al lavoro per risalire alle cause, al momento ignote, che hanno scatenato la violenta lite culminata nell’aggressione fisica al clochard che, come anticipato nel primo paragrafo, è ricoverato in prognosi riservata presso il Policlinico di Milano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Milano, salvata dallo stupro dalle urla di una donna affacciata al balcone

L’ennesimo episodio di violenza che vede come teatro il capoluogo meneghino, e il suo hinterland, che, quindi, non sfoggia solo il volto scintillante e glamour dei locali più esclusivi, dei ristoranti stellati dello shopping di lusso nel quadrilatero della moda e dei superattici che attirano i miliardari di tutto il mondo ma, come tutte le metropoli, anche quello cupo della microcriminalità che si impadronisce delle sue strade periferiche appena calano le tenebre: è di pochi giorni fa il tentativo di stupro di una studentessa 19enne, salvata dalle urla di una donna affacciata al balcone che hanno messo in fuga l’aggressore, poi arrestato dalle forze dell’ordine’, così come l’incubo vissuto da un trentenne, sequestrato per una notte intera da una banda di balordi che volevano estorcergli il pin del bancomat.