The Idol: la storia vera di Mohammed Assaf la voce del suo popolo

0
244

The Idol, il film di Hany Abu Assad racconta l’incredibile storia vera di Mohammed Assaf, un ragazzo di Gaza che inseguendo il suo sogno passerà la frontiera con l’obiettivo di partecipare ad un programma televisivo.

Arab Idol, la vera storia del bambino che ha dato voce al suo popolo (Trailer)
Arab Idol, la vera storia del bambino che ha dato voce al suo popolo (Trailer)

Il programma in questione è Arab Idol, la sua vittoria e la voce sono diventate la speranza di un intero popolo. Tutta la vicenda si svolge a Gaza, il terreno di tanti conflitti, distruzione, disperazione e fame.

Mohammed Assaf e sua sorella Nour, hanno fatto di Gaza il loro parco giochi, insieme ai loro amici Ahmad e Omar hanno fatto musica, giocano a calcio e hanno il coraggiodi sognare in grande.

La band dei piccoli è arrangiata, utilizzeranno dei vecchi strumenti musicali, ma nonostante tutto la loro ambizione è grande. Mohammed e Nour vorrebbero cantare all’Opera Hall del Cairo, ma per raggiungerla c’è bisogno di viaggiare molto.

Mohammed deciderà di lottare per i propri sogni, lungo la sua strada incontrerà la tragedia di Gaza, e proverà per la prima volta la solitudine. Tutto ciò che lo circonda andrà in frantumi, le sue certezze, la sua famiglia e le sue amicizie saranno scomparse.

Ma nonostante tutto, il piccolo Mohammed sa che la sua voce riuscirà a liberarlo dal dolore che lo ha sempre pervaso, portando la gioia negli occhi del popolo che lo ascolterà.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sotto Copertura, finzione e storia vera nella serie Tv: cosa c’è di vero

The Idol, la speranza e la gioia di un popolo nella voce di Mohammed

Per riuscire a pagarsi gli studi universitari, il ragazzo canterà ai matrimoni e guiderà il taxi, nonostante la situazione di Gaza tende a peggiorare e si vive sotto un clima di tensione perenne.

Il ragazzo ha sempre saputo dentro di sé di avere un dono rarissimo, tramite la sua voce può far sorridere e far dimenticare i problemi e i dolori di chi lo ascolta.

Una sera ascolta in tv che ci sono i provini per Arab Idol, uno show popolare nel mondo arabo, al Cairo si svolgeranno i primi provini. Purtroppo i confini sono chiusi, il ragazzo non vede via d’uscita.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: 13 Hours, qual è la storia vera che ha ispirato il film

La voglia di realizzare il suo sogno è più forte di qualsiasi altra difficoltà, perciò cambierà la sua vita e darà al suo popolo la voce che ha sempre desiderato, ovvero la libertà di amare, vivere e sentirsi liberi.

La storia del piccolo Mohammed Assaf, per il regista Hany Abu Assad è una storia incredibile e veritiera, infatti ricorda di quando lo ha sentito in piazza durante la sua esibizione.

Il ragazzo aveva l’abilità di trasformare l’orrore in bellezza e di alimentare e nutrire la speranza dentro chi lo stava ascoltando. Il regista, insieme alle migliaia di persone in piazza, attendeva il verdetto finale di Arab Idol.

Nel momento in cui Mohammed ha vinto, tutti sono saltati di gioia, esultando come dei bambini, facendosi pervadere da una frenesia irrefrenabile.

Con questa storia un fratello e una sorella sono stati capaci di trasformare i loro svantaggi e difficoltà in qualcosa di bello e unico. The Idol è una sfida che la voglia di sopravvivere ha vinto nonostante le dure circostanze di Gaza.