Lee Aaker morto: addio all’attore amico del cane Rin-Tin-Tin

0
284

Un lutto ha colpito il mondo del cinema, Lee Aaker morto a 77 anni: addio all’attore amico del cane Rin-Tin-Tin.

(screenshot video)

Lee Aaker, meglio conosciuto come il bambino protagonista degli anni ’50 de Le avventure di Rin-Tin-Tin, è morto a 77 anni. La notizia arriva tramite un post sui social media dell’ex attore bambino e attivista Paul Petersen. Petersen ha detto che Aaker “è morto in Arizona il primo aprile da solo”, a quanto pare anche in condizioni di indigenza.

Leggi anche -> Coronavirus, morto Roberto Carradori: fondò una delle prime radio libere

Aaker aveva 11 anni quando Le avventure di Rin-Tin-Tin apparve per la prima volta su ABC. Per cinque anni, dal 1954 al 1959, le avventure del noto e amatissimo cane, idolo dei più piccini, vennero trasmesse negli USA. Dal 1956, il telefilm arrivò anche in Italia, mandato in onda dal Programma Nazionale, l’attuale Raiuno.

Leggi anche -> Lutto cinema: morto Jean-Claude Carriere, sceneggiatore Premio Oscar

Chi era Lee Aaker, il bambino di Rin-Tin-Tin morto nei giorni scorsi

Aaker interpretava Rusty, un ragazzo rimasto orfano in un raid indiano cresciuto a Fort Apache. Ha recitato al fianco del tenente Ripley “Rip” Masters, interpretato da James E. Brown e, naturalmente, di un certo numero di pastori tedeschi che hanno interpretato il cane protagonista della serie televisiva. Bambino prodigio del cinema ha recitato al fianco di John Wayne e Geraldine Page, in Hondo nel 1953 e in una serie di altre importanti pellicole dell’epoca.

All’inizio degli anni ’60, Aaker è apparso in episodi di alcuni telefilm di successo, ma è ricordato anche per una piccola parte nel cult Mezzogiorno di fuoco, regia di Fred Zinnemann. L’ultimo film in cui apparve è Ciao ciao Birdie (Bye Bye Birdie), regia di George Sidney del 1963. La sua carriera da allora in poi non è continuata a ritmo sostenuto. Verso la metà degli anni Sessanta, i ruoli si esaurirono. Secondo Petersen, Aaker ha prestato servizio nell’Air Force, ma è morto senza degna sepoltura.