Clima: nel 2020 in Italia calo delle emissioni gas serra del 9,8%

Abbassamento delle emissioni di gas serra dovuti paradossalmente al Covid-19 che nel 2020 ha provocato una flessione per via delle restrizioni e dello stop di molte attività. I dati saranno inseriti nel Def.

(Photo by Lukas Schulze/Getty Images)

La pandemia da Covid-19 ha fermato per molto tempo molte attività e le restrizioni hanno notevolmente abbassato i livelli di gas serra del 9,8%, a comunicarlo è una ricerca dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, i dato saranno inseriti nel Def.

Un taglio delle emissioni di gas serra del 9,8% rispetto al 2019 in Italia ma con una netta riduzione del Pil dell’8,9%. Questi sono i dati ricavati da una ricerca dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), presentate durante l’evento on-line dedicato allo stato delle emissioni nazionali con la relativa presentazione a seguire di un rapporto contenente i dati, che come definito nel corso della conferenza saranno anche contenuti all’interno del Def. Spiegano che le emissioni sono frutto e si legano “alle restrizioni alla mobilità dovute al Covid-19”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Wwf: Ue secondo importatore globale di prodotti da deforestazione

Se da una parte si evidenzia il dato entusiasmante sul risultato delle emissioni ridotte dall’altro si nota una riduzione del Prodotto interno lordo, anche e in larga misura causato dal lockdown e dalle restrizioni necessarie per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. Molti si chiedono in questo caso se il valore economico può preoccupare più di quello relativo alla salute dei cittadini e dell’ecosistema. Durante la pandemia abbiamo, come hanno dimostrato alcuni studi e ricerche, che il pianeta ha ancora per la maggior parte dei cittadini, in questo caso italiani, una valenza molto importante, anche rispetto al fattore economico. La consapevolezza della sostenibilità ambientale ha notevolmente fatto ingresso in modo più deciso nelle nostre vite e il reale andamento ci porta sicuramente a riflettere su alcuni punti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Indagine Swg: gli italiani mettono l’ambiente al primo posto

Come afferma l’Ispra, per l’Italia è prevista “una consistente riduzione delle emissioni di gas serra a livello nazionale” del 9,8% rispetto al 2019 anche se “a fronte di una riduzione prevista del Pil pari all’8,9%” “l’andamento stimato è dovuto alla riduzione delle emissioni per la produzione di energia elettrica (meno 12,6%), per la minore domanda di energia, e dalla riduzione dei consumi energetici anche negli altri settori, industria (meno 9,9%), trasporti (meno 16,8%) a causa della riduzione del traffico privato in ambito urbano, e riscaldamento (meno 5,8%) per la chiusura parziale o totale degli edifici pubblici e delle attività commerciali”.