Simpson, il doppiatore di Apu si scusa con la comunità indiana: il motivo

0
115

Il doppiatore Hank Azaria ha voluto chiedere scusa alla comunità indiana per il modo in cui ha prestato la voce ad Apu, noto personaggio de I Simpson.

simpson, il doppiatore di apu chiede scusa alla comunità indiana
Apu (screenshot video)

“C’è una parte di me che vorrebbe andare da ogni singolo indiano in questo Paese per chiedergli personalmente scusa”. A dirlo è Hank Azaria, il doppiatore statunitense che ha prestato la voce ad Apu Nahasapeemapetilon, il famoso commerciante indiano de I Simpson che fino al 2016 è stato tra i personaggi di punta della storica saga, arrivata ad oggi a circa 700 episodi distribuiti in oltre 30 stagioni.

Le scuse del doppiatore alla comunità indiana sono arrivate ai microfoni del podcast Armchair Expert, dove ha spiegato di essersi reso conto che la sua interpretazione del personaggio può essere anche considerata offensiva. Azaria non doppia più Apu dal 2020, ossia da quando ha iniziato a mettere in discussione il fatto che un “bianco come lui” possa prestargli la voce nelle forme più corrette e rispettose.

Ti potrebbe interessare anche -> Agata Cosentino, cosa sapere sul personaggio della fiction Montalbano

Il motivo per cui il doppiatore di Apu ha chiesto scusa alla comunità indiana

Lo storico doppiatore di Apu Nahasapeemapetilon ha raccontato nel podcast che spesso gli è capitato di andare a parlare nelle scuole e di approfittarne per capire cosa ne pensassero in modo particolare i giovani indiani della sua interpretazione. “Un giorno mi si è avvicinato un ragazzo che non aveva mai visto I Simpson ma sapeva esattamente chi fosse Apu”, ha spiegato Azaria.

Ti potrebbe interessare anche -> Leonardo, Anticipazioni seconda stagione: quando esce, cast e curiosità

Il motivo per cui il giovane conosceva il personaggio, come scoperto dal doppiatore, è perché quel nome veniva usato come un insulto verso le persone indiane. “È questo il modo in cui ormai i membri della comunità indiana sono visti da molti americani – ha raccontato Hank Azaria – Chiedo dunque scusa per aver contribuito a creare questa falsa rappresentazione”.