Bologna, 19enne uccide con il veleno il patrigno, gravissima la madre

0
219

Con un piatto di penne al salmone avvelenate un 19enne, residente a Ceretolo di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, ha ucciso il patrigno e ridotto in fin di vita la madre

(Getty Images)

Gli avidi lettori dei romanzi gialli sanno che il veleno è l’arma dei delitti a sfondo passionale e di quelli nei quali le vittime e i carnefici sono legati da stretti vincoli di parentela. A ulteriore conferma,  un 19enne ha avvelenato la madre, di 56 anni, riducendola in fin di vita, e il patrigno, il nuovo compagno della donna dopo la separazione dal marito, che invece è deceduto. Il giovane ha mescolato la sostanza venefica, un composto chimico acquistato online, secondo le prime ipotesi formulate in attesa delle analisi, nel piatto di penne al salmone che lui stesso aveva preparato e che le due vittime hanno consumato nell’appartamento che condividevano con il 19enne. A dare l’allarme sono stati alcuni vicini di casa, allertati dal frastuono e dalle grida che sentivano provenire dall’appartamento in questione.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Senigallia, un uomo spara a suo figlio di 27 anni

Arrivati sulla “scena del crimine”, ai carabinieri di Borgo Panigale e agli operatori sanitari del 118 si è spalancata una scena raccapricciante: l’uomo era infatti in fin di vita, vani pertanto i tentativi di rianimarlo, mentre la madre, agonizzante ma ancora in vita per non aver finito il piatto a differenza del compagno, è stata trasportata immediatamente in ospedale dove versa in condizioni gravissime.

Bologna, 19enne uccide con il veleno il patrigno, gravissima la madre: fermato per omicidio aggravato

Dopo aver rintracciato il 19enne, in stato confusionale, in casa dei nonni paterni, a Borgo Panigale, i militari dell’Arma e il pm di turno lo hanno sottoposto a interrogatorio, al termine del quale, con il giovane che non avrebbe reso una piena confessione, è stato fermato per omicidio aggravato.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Khrystyna Novak, dopo 4 mesi arrestato un 51enne: i dettagli

Intanto, nel corso della perquisizione nell’appartamento teatro della tragedia è stato rinvenuto un bicchiere con all’interno tracce della sostanza velenosa.