Chi è Gianrico Carofiglio: biografia, moglie e libri

0
147

Gianrico Carofiglio, una vita ricca di grandi soddisfazioni grazie ai tanti libri pubblicati dal 2002 ad oggi, una carriera da magistrato e un politico appartenente al Partito Democratico.

Gianrico Carofiglio nasce il 30 maggio del 1961 a Bari, figlio della scrittrice Enza Buono e fratello del futuro illustratore e scrittore Francesco Carofiglio, di 3 anni più giovane. Nel 1986 entra in magistratura: dopo aver lavorato a Prato in qualità di pretore, diventa pubblico ministero a Foggia, per poi trasferirsi alla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari in qualità di sostituto procuratore.

Dopo la Laurea in Giurisprudenza, nel 1986 ha iniziato la sua attività come magistrato, ma verso la fine degli anni Novanta ha deciso di lasciare la sua carica. La decisione è stata dettata dalla volontà di dedicarsi alla sua più grande passione: la scrittura.

Nel 2002 debutta nella narrativa come scrittore, con il romanzo “Testimone inconsapevole“, edito da Sellerio, che inaugura il filone del thriller legale. Protagonista del libro è Guido Guerrieri: il volume permette a Carofiglio di aggiudicarsi il Premio Rhegium Iulii, il Premio del Giovedì Marisa Rusconi e il Premio Città di Cuneo, destinati alle opere prime, oltre al Premio Città di Chiavari.

Nel 2003 Gianrico Carofiglio pubblica il secondo romanzo, che vede protagonista sempre l’avvocato Guerrieri ed è edito sempre da Sellerio: si tratta di “Ad occhi chiusi“, che ottiene il premio delle Biblioteche di Roma e il Premio Lido di Camaiore. Nel 2004 è la volta di “Il passato è una terra straniera”, pubblicato da Rizzoli e vincitore l’anno successivo del Premio Bancarella, da cui viene distribuito un film omonimo diretto da Daniele Vicari e prodotto da Fandango, con Elio Germano come protagonista.

Altri racconti

Cacciatore nelle tenebre – pubblicato nel 2007 da Rizzoli. La graphic novel presenta i disegni illustrati creati dal fratello dell’autore, Francesco, e ha vinto il premio Martoglio.

Cocaina – pubblicato da Einaudi nel 2013. Il libro comprende dei racconti thriller scritti anche da altri due importanti scrittori: Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo.

Carriera giuridica e politica

È a lungo un pubblico ministero, specializzato in indagini sulla criminalità organizzata. Nel 2007 è nominato consulente della commissione parlamentare antimafia e dal 2008 al 2013 è senatore della Repubblica per il Partito Democratico.

Carofiglio risponde anche al video ormai diventato virale di Beppe Grillo, che sul suo blog difende il figlio accusato di stupro a danno di una ragazza, insieme a due suoi coetanei. Lo scrittore infatti, usa le sue conoscenze in ambito giuridico per chiarire l’accaduto con un post su Twitter:

La vita privata di Gianrico Carofiglio: figli e moglie

La moglie di Gianrico Carofiglio è Francesca Pirrelli: di professione fa il pubblico ministero. La coppia ha anche due figli: Alessandro e Giorgia.

Per il resto, Gianrico e Francesca sono due persone molto riservate: anche sul profilo Instagram dello scrittore non si intuisce nulla di più sulla loro vita privata.

POTREBBE INTERESSARTI: Chi è Maura Gancitano, biografia e curiosità della scrittrice

Chi è la moglie di Gianrico Carofiglio, Francesca Pirrelli

Nata a Monopoli l’11 maggio 1960, Francesca Pirrelli è in magistratura dal 1986, quando aveva ventisei anni. Ha lavorato presso la Pretura di Palmi, il Tribunale e alla Procura di Bari e in Procura a Foggia. È anche insegnante (diritto penale e procedura penale) e autrice di articoli di diritto ambientale.