Olimpia-Bayern Gara-5: 92-89, Milano alle Final Four: Tabellino e Highlights

0
431

Vittoria con brivido, ma squadra trascinata da un grande Shields (34 punti). Ora il Barcellona

 Olimpia-Bayern: Tabellino e Highlights

Olimpia-Bayern: Tabellino e Highlights

Olimpia-Bayern – Tabellino e Highlights – L’Olimpia Milano ha la grande chance di tornare a disputare le Final Four di Eurolega dopo tantissimi anni di digiuno. Con il punteggio di 2-2, quelli con il Bayern Monaco saranno di fatto quaranta minuti che decideranno il valore di un’intera stagione. Una partita spareggio incredibile questa Gara-5, con tanto di brivido, perché dopo le prime due vittorie per l’Olimpia, anche per merito di un eccezionale LeDay che ha fatto canestro allo scadere, i tedeschi hanno reagito alla grande, nonostante in Gara-4 Milano fosse stata avanti anche di 13 punti, per poi farsi malamente rimontare a causa di un completo passaggio a vuoto della squadra. Pressione e paura quindi, ma Ettore Messina è stato chiaro «Non c’è molto da dire dopo quanto accaduto fino a questo momento. Dobbiamo solo scendere in campo e giocarla con il massimo impegno». Deve essere la notte di Milano, con maggiore esperienza agli avversari e con l’obiettivo in testa da raggiungere dall’inizio della stagione. Certamente in una partita secca tutto può succedere, ma non ci saranno altri appelli per quella che potrebbe essere una sconfitta difficilmente accettabile. La squadra di Trinchieri giocherà invece a mente libera, praticamente senza avere nulla da perdere.

La partita

Subito sotto per 2-8 in casa al Forum, Messina chiama subito il time out, un break che dà la scossa perché immediatamente dopo Delaney mette a segno la tripla, riavvicinando l’Olimpia agli avversari nel punteggio. I padroni di casa inseguono fino a quando, dopo la tripla di Shields, è Datome a mettere a segno il proprio canestro da due punti, con Johnson che trascina i tedeschi, ma Rodriguez in un buon momento nel primo quarto nel supportare in compagni con assist precisi e nel mettere a segno anche un paio di triple che portano l’Olimpia in vantaggio. Alla sirena del primo quarto è un canestro di Shields che vale la rimonta dal 21-22 al 24-22, risultato con il quale chiude avanti Milano alla fine dei primi dieci minuti di gioco. Come si torna in cambio il copione non sembra cambiare, perché Shields continua a far male alla difesa bavarese con punti pesanti che portano la squadra di casa avanti di undici punti, per il parziale di 33-22. Con dei tiri liberi il Bayern ha l’occasione di riavvicinarsi, ma a questo punto Messina chiama un nuovo time out. I tedeschi sfruttano i tiri liberi, ma in questo quarto poco possono fare contro i giocatori dell’Olimpia che continuano a mantenere un’ottima mira, con il Chacho che segna dai dieci metri un altro canestro da tre punti. Ora Milano conduce 42-29. Con una serie di canestri da ambo le parti, a quindici secondi dall’intervallo lungo di metà gara, è però Datome ad accendersi con una tripla importantissima che porta a 50 i punti della sua squadra. Quando l’avversaria è a 40 punti, quindi a -10, termina anche il secondo quarto, ma fino a questo momento l’ha decisa uno straordinario Shavon Shields, che solo fino a questo momento ha messo a segno 18 punti. Il terzo quarto comincia purtroppo proprio con un errore di Datome, ma è ancora una volta Shields a prendere le redini della sfida. Il giocatore statunitense sembra davvero in stato di grazia, perché continua in modo imperterrito a trascinare i suoi compagni, fino al vantaggio di 61-47, con l’ennesima tripla, ma in buona compagnia di Delaney. Milano è avanti di 14 punti, ora per la squadra di Messina è fondamentale evitare passaggi a vuoto e il ritorno dei tedeschi nell’ultimo quarto e mezzo di gara rimasto da giocare. L’Olimpia però c’è e continua a mantenere lo stesso vantaggio fino all’inizio dell’ultimo quarto, per quanto non siano mancate le occasioni anche per incrementare il distacco sugli avversari. Punter e LeDay sembrano favorire un buon ultimo quarto per la squadra di casa, con i bavaresi che provano a rispondere con Reynolds e Baldwin. Non sembrano però esserci margini per una rimonta, perché prima Hines è mostruoso con una stoppata, poi è di nuovo il playmaker Rodriguez a portare Milano sul +15 a sei minuti e mezzo dalla fine. In questo lasso di tempo gli uomini di Messina saranno bravi nel continuare a macinare gioco, trovando anche canestri importantissimi per portare a casa l’impresa. Shields ancora una volta inarrestabile, poi Delaney con un’altra tripla. Ora Milano deve solo riuscire a giocare con il tempo, in vantaggio di 12 punti a poco più di un paio di minuti dalla sirena. Con un brivido nel finale e il tentativo di rimonta del Bayern Monaco, l’Olimpia però riesce a tenere negli ultimi secondi e a vincere 92-89. Milano è così alle Final Four dopo 29 anni d’attesa, quindi la prima da quando la competizione si chiama Eurolega e nonostante la troppa sofferenza nel finale di gara. Shields miglior marcatore con 34 punti, mentre tanti applausi vanno concessi anche al Bayern, che non ha mollato neanche negli ultimi secondi di gara. Una serata indimenticabile per l’Olimpia, che ora dovrà vedersela in semifinale con il Barcellona, con i blaugrana che in Gara-5 sono riusciti a regolare lo Zenit San Pietroburgo per 79-53.

 

Olimpia Milano-Bayern Monaco 92-89

Potrebbe interessarti anche: Sampdoria-Roma 2-0: la decidono Adrien Silva e Jankto

Segui l’Olimpia Milano su Twitter

Highlights QUI