Filippo Ganna, la biografia di un campione

0
778

Filippo Ganna, la biografia di un giovane ciclista predestinato campione. Nel giorno della partenza del Giro d’Italia.

Filippo Ganna su pista
Filippo Ganna su pista (Getty Images)

Filippo Ganna nasce a Verbania il 25 luglio 1996 sotto il segno del Cancro. Una carriera sulle due ruote iniziata nella categoria Allievi dove in due anni ottiene ben 20 successi. Nel frattempo inizia ad appassionarsi alla pista, favorito in questo dalle sue caratteristiche fisiche e tecniche Il giovane Filippo continua a macinare chilometri su strada ed in pista. La sua forza fisica, la sua ferma volontà di arrivare fanno comprendere a tutti che si è di fronte ad un futuro, grande campione.

Leggi anche –> Giuseppe Milone, muore il giovane ciclista del Team Nibali

Arriva l’anno ed arriva anche il primo titolo mondiale nell’inseguimento. Una vittoria che sancisce la vera consacrazione del ciclista che nel 2017 diventa professionista anche su strada senza mai lasciare la pista. La strada è dura, in tutti i sensi. Da professionista su strada matura un’esperienza importante, anche se non arrivano quei risultati che lui per primo sperava.

Leggi anche –> Filippo Ganna, oro cronometro mondiale: risultato storico

E ‘ancora la pista a riservargli le gioie più grandi. Anno 2019, per Filippo Ganna questo è davvero un anno magico. Riesce infatti a conquistare sia il titolo italiano che la medaglia di bronzo ai mondiali di ciclismo che si disputarono in Inghilterra. Esattamente quattro anni dopo l’ultima medaglia azzurra firmata da Adriano Malori nel 2015. Un altro grande passo nel suo continuo, costante processo di crescita, umana e sportiva.

Filippo Ganna biografia di un campione. Anno 2020, Entra di diritto nella storia del ciclismo

Filippo Ganna Mondiale
Filippo Ganna Mondiale (Getty Images)

25 settembre 2020, è il giorno in cui Filippo Ganna entra nella storia del ciclismo e dello sport italiano. E ‘il giorno della sua vittoria nella prova di un cronometro ai Mondiali di Imola piazzandosi davanti a Wout Van Aert e Stefan Küng. Medaglia d’oro. Un risultato storico. L’Italia non aveva mai vinto un Mondiale nella cronometro a livello professionistico. Il resto è storia recente ed è la storia di un giovane con un DNA speciale, quello che contraddistingue il campione. Filippo Ganna, biografia di un campione ancora giovane, ma sulle imprese del quale saranno versati fiumi d’inchiostro.