Damiano dei Maneskin: la malattia della fidanzata Giorgia Soleri

0
477

Vulvodinia, la malattia colpisce circa il 15% delle donne in Italia, soprattutto quando sono in età fertile, è una malattia difficile da diagnosticare.

Giorgia Soleri, la malattia invisibile della fidanzata di Damiano dei Maneskin (Instagram)
Giorgia Soleri, la malattia invisibile della fidanzata di Damiano dei Maneskin (Instagram)

Giorgia Soleri è la fidanzata di Damiano David, il cantante dei Maneskin, e soffre di questa malattia difficile da diagnosticare. Questa è una malattia ginecologica che viene caratterizzata da una percezione dolorosa alla vulva.

La malattia è invisibile ed è molto difficile da prevenire in tempo, infatti in Italia colpisce il 15% delle donne quando sono in età fertile, in alcuni casi si presenta anche in menopausa e durante la pubertà.

La malattia può essere di due tipologie, spontanea oppure provocata, nella prima tipologia si avverte anche l’assenza di stimolazione, mentre nella seconda tipologia si avvertono dei fastidi dopo il secondo rapporto sessuale oppure con il semplice contatto.

Nel momento in cui i sintomi interessano l’area vulvare può essere generalizzata, mentre diventa localizzata quando si percepisce un disturbo solo in precise zone erogene.

La malattia viene spesso confusa con la vestibolite, ma le differenze tra le due malattia è il suffisso che sta ad indicare una infiammazione della vulva.

La vestibolite vulvare è un processo che avviene nell’area vulvare, il quale è privo di dolore.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ecco chi è la fidanzata segreta di Damiano dei Maneskin: il video dell’indizio social

Vulvodinia, la malattia di Giorgia Soleri, in cosa consiste

L’infiammazione è un processo dove il vestibolo agisce sull’area vulvare, il quale non fa percepire il dolore, in questo modo viene mascherata la malattia, per poi renderla difficile da diagnosticare.

La malattia non ha un solo fattore scatenante, ma bensì è il frutto di una combinazione di elementi che interagendo tra di loro creano l’infiammazione.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Maneskin, Damiano rivela chi è la sua fidanzata: “Dopo quasi 4 anni si può dire, no?”

Ad esempio le ripetute infezioni batteriche, vaginali, vescicali o micotiche possono portare a questa malattia. Anche la lesione del nervo pudendo rimosso dal parto o danneggiato da alcuni traumi.

Le alterazioni genetiche potrebbero portare a questa malattia, mentre l’ipercontrattilità dei muscoli si manifesterà nei primi stadi della malattia. Anche a causa di visite o interventi ginecologici si potrebbe riscontrare una certa predisposizione alla malattia “invisibile”.

Infine i rapporti sessuali possono portare a questa malattia se vengono effettuati con traumatismi frequenti e irruenti.