Tragedia nei cieli di Ravenna, il cordoglio dei colleghi: “Erano piloti esperti”

0
236

Attoniti e increduli i colleghi dei due uomini deceduti nello schianto aereo nei pressi dell’aeroporto “La Spreta” di Ravenna: “Erano piloti esperti”

(Video youtube)

Un piccolo aereo da turismo è precipitato, ieri mattina, non lontano dall’aeroporto “La Spreta” di Ravenna. Inutili i tentativi di un atterraggio di emergenza: nello schianto al suolo il velivolo ha preso fuoco. Le due persone a bordo, pilota e copilota, sono morte carbonizzate.

Eppure, Valerio Antonucci e Riccardo Gamberini, le due vittime, erano due piloti esperti, con tante ore di volo alle spalle. Antonucci da due era anni era un pilota della scuola di paracadutismo ravennate “Skydive Pull Out”. Gamberini, invece, si stava addestrando con il collega istruttore.

Sgomenta la comunità dello “Skydive Pull Out”: “Erano entrambi piloti molto esperti, uno dei due (Antonucci) addirittura tra i migliori al mondo, conoscevano molto bene le macchine con cui volavano”, hanno riferito i colleghi, a RavennaToday, ancora increduli di fronte a una tragedia che non riescono a spiegarsi e per aver perso uno dei migliori piloti di Ravenna, un’enorme perdita per tutto il mondo del paracadutismo italiano: “Eravamo fortunati ad averlo in campo, aveva straordinarie capacità di volo e, oltre a questo, a livello umano era una persona straordinaria: la sua scomparsa ci porta via una grande persona. Senza di lui vedremo come affrontare la situazione”.

LEGGI ANCHE –> Reggio Emilia, 15enne muore nel sonno dopo suo nonno

Nel frattempo è al vaglio degli inquirenti la dinamica dell’incidente. “Era un addestramento per l’abilitazione del co-pilota – hanno reso noto dalla Skydive – Finché le autorità non compiranno le indagini, per noi è difficile capire”.

Tragedia nei cieli di Ravenna: due morti. Il racconto di un testimone

“Ho visto l’aereo che scendeva e da dietro usciva molto fumo“, ha raccontato un testimone, un uomo che stava falciando l’erba nei pressi del luogo della tragedia. “Sembrava in difficoltà ma non ci ho dato troppa importanza sul momento. Io abito in zona e ne ho visti tanti di aerei e anche di paracadutisti ma questo aveva qualcosa che non andava – ha precisato l’uomo – È successo tutto nel giro di tre secondi: un attimo dopo ho visto un’alta colonna di fumo alzarsi ma non ho sentito un rumore particolare”.

LEGGI ANCHE –> Caso Gregoretti, niente processo per Matteo Salvini: la sentenza

Infatti, il testimone, intervistato dal portale RavennaToday, ha poi spiegato di aver capito cosa fosse successo solo leggendo i relativi articoli una volta tornato a casa: “Non ci potevo credere. Pensavo stessero semplicemente atterrando, ci sono rimasto malissimo. Una cosa simile non l’avevo mai vista“.