Giuliano Sangiorgi: la morte del padre e il dramma di Lele Spedicato

0
246

Giuliano Sangiorgi, e la lettera scritta l’anno scorso sul Corriere della Sera, nella quale ha raccontato l’ansia per l’amico e il sollievo per averlo ritrovato.

Giuliano Sangiorgi, la perdita e il ritrovamento del suo chitarrista Lele (Getty Images)
Giuliano Sangiorgi, la perdita e il ritrovamento del suo chitarrista Lele (Getty Images)

Nella sua lettera il cantante dei Negroamaro ha ringraziato suo padre per averlo ascoltato, e lo ha anche ringraziato per il “calcio in culo” che ha dato a Lele Spedicato, riuscendolo a farlo tornare tra di loro.

Proprio all’inizio del suo nuovo tour, il cantante dei gruppo italiano ha scritto una lettera sul Corriere della Sera dedicata a Lele Spedicato, il chitarrista della band che è stato costretto a prendersi una pausa per un’emorragia cerebrale.

Lele si è presentato sul palco a Rimini, proprio per suonare un brano dedicato a lui, intitolato “Cosa c’è dall’altra parte”, il cantante dei Negroamaro ha raccontato l’ansia che ha provato durante quei mesi e il sollievo di averlo potuto riabbracciare quando si è calmato tutto.

Il cantante della band ha ringraziato più volte anche suo padre, scomparso nel 2013, il quale sembra abbia dato una spinta al chitarrista proprio per riuscire a tornare con il suo gruppo.

Nella lettera il frontman ha raccontato che Lele appena ha aperto gli occhi dalla rianimazione ha detto qualcosa di inaspettato.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Scomparso Carlo Vespa, il vocalist dei Banda Beni

Giuliano Sangiorgi, suo padre e il suo calcio nel deretano hanno salvato la vita a Lele

Il chitarrista raccontò che gli ultimi istanti dei quali ricorda è stato il calcio nel deretano del padre del cantante, per poi cadere nel limbo spazio-temporale dove si è risvegliato improvvisamente.

Secondo le parole del chitarrista, è stato proprio il calcio nel sedere del padre a riportarlo in vita, infatti il cantante ha dichiarato di aspettarsi un comportamento del genere da suo padre ormai scomparso, il quale avrebbe mosso mari e monti pur di far tornare in vita Lele.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ramiro Levy, chi è la dolce metà di Francesca Michielin

Il cantante crede fermamente alle parole del suo amico e chitarrista Lele, infatti dopo le sue parole, lo stesso frontman è riuscito a vedere la situazione sotto un punto di vista migliore.

Nella lettera ha scritto che suo padre non ha spiegato nulla a Lele, dicendogli di andar via da quel posto, il chitarrista ha ribadito più volte che non si trattava di un sogno, ma bensì di una reale esperienza provata sulla sua pelle.

Sembra che il calcio nel sedere lo abbia sentito davvero, e proprio per questo il cantante continua a crederci fermamente. La band ha cominciato il tour senza il chitarrista Lele Spedicato, sarà suo fratello Giacomo ad accompagnare i Negroamaro nel tour del 2019.

Infatti il ragazzo è stato scelto proprio perché il gruppo non avrebbe mai voluto sostituire Lele.