Caso Pipitone, Alberto Di Pisa smonta le teorie di Maria Angioni: il motivo

0
433

Un nuovo capitolo del drammatico caso di Denise Pipitone è stato aperto oggi, mercoledì 19 maggio, dell’ex Procuratore di Marsala Alberto Di Pisa: smontate in diretta televisiva e per intero le teorie del Pubblico Ministero Maria Angioni. I dettagli

Denise Pipitone Alberto Di Pisa

Un nuovo capitolo si apre nella drammatica vicenda di Denise Pipitone la piccola bambina di Mazzara del Vallo, comune di 50.000 abitanti in Provincia di Trapani, scomparsa all’età di 4 anni la mattina del 1 settembre 2004 davanti la casa della nonna materna mentre inseguiva il cuginetto.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Denise Pipitone: il mistero della donna bionda fuggita

A scrivere una nuova verità è l’ex procuratore della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa, già noto suo malgrado, in quanto estraneo ai fatti, come il “Corvo” della Procura di Palermo, quella di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Alberto Di Pisa, fuori dalla Magistratura dal 31 dicembre 2015 per raggiunti limiti di età è intervenuto stamattina in diretta nel programma di Rai Uno condotto da Eleonora Daniele “Storie Italiane”. Ed è stata un intervento tutt’alto che banale.

Caso Pipitone, Di Pisa contro la teoria della Angioni

L’ex procuratore Alberto Di Pisa è persona particolarmente informata sui fatti essendo il giudice che, nel dicembre del 2013, ha formalmente archiviato il caso. Caso che la Pubblico Ministero Maria Angioni due giorni fa, sempre a Storie Italiane, ha chiesto di riaprire poichè, secondo le carte in suo possesso, fu lei ad indagare nella fase iniziale della sparizione della piccola Denise, “Più persone hanno collaborato al sequestro. Sottolineando come la cittadina di Mazara Del Vallo fosse piena di “sentinelle” in grado di coprire il misfatto.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Maria Angioni, chi è la pm che indagò su Denise Pipitone

E’ durissima la replica di Alberto Di Pisa nei confronti della collega. “Rimango basito dalle dichiarazioni della collega Angionisottolinea in diretta il Magistrato in pensionequi si parla di buoni, di cattivi, tutte cose che non risultano dagli atti del processo”.

Ancora più pesante l’affondo “Si tratta di dichiarazioni un po’ fantastiche del tutto prive di fondamento”. “Io credoconclude in diretta Alberto Di Pisa che bisogna attenersi ai fatti concreti alla realtà. Non fare supposizioni fantasiose come quella della Angioni che secondo me non hanno nulla a che fare con la verità”