Mark York è morto, l’attore aveva interpretato Billy Merchant in The Office

0
723

Mark York è morto, l’attore aveva interpretato Billy Merchant in The Office. Al momento sono sconosciute le cause del decesso.

Mark York
Mark York (screenshot video)

Per tutti gli appassionati di serie tv la scomparsa di Mark York è un colpo durissimo. Attore molto amato, era entrato nel cuore di milioni di americani e non solo, per la sua partecipazione nella serie The Office dove si era calato, in maniera straordinaria, nel ruolo di Billy Merchant. In The Office, commedia di successo della NBC, Billy Merchant è il gestore della proprietà del parco uffici in cui si trova Dunder Mifflin. Il personaggio era ricorrente, come Mark York, un paraplegico.

Ti potrebbe interessare anche -> Neil Connery, è morto il fratello di Sean. Da tempo combatteva contro un male incurabile

Secondo le informazioni riprese dal suo sito personale, Mark York era paraplegico dal 1988. Quell’anno, infatti, aveva subito “un incidente automobilistico quasi fatale che gli ha cambiato la vita”. Quella nuova prospettiva di vita lo ha riportato a scuola e, successivamente, a recitare. Dal suo sito emerge che la sua voglia di recitazione avesse anche un altro scopo, ben più nobile, ben più importante.

Ti potrebbe interessare anche -> James Bond Agente 007: grave lutto nella saga cinematografica

Mark York è morto. Il suo impegno per i disabili

Mark-York-sulla sedia a rotelle
Mark-York-sulla sedia a rotelle (screenshot video)

Quell’incidente che lo costringeva ora su una sedia a rotelle, aveva avuto, come effetto diretto in ambito professionale, quello di ambire a voler cambiare la mentalità dei direttori di casting appartenenti al mondo dorato e perfetto di Hollywood. Come nella vita quotidiana vi sono tanti professionisti come insegnanti, medici, avvocati che esercitano brillantemente la loro professione seduti su una sedia a rotelle, anche nel mondo delle fiction vi possono essere attori che recitano seduti su una sedia a rotelle.

Mark York è morto la mattina del 19 maggio al Miami Valley Hospital in Ohio. L’ufficio del medico legale della contea di Montgomery ha confermato la sua morte senza, però, rivelare la causa esatta della morte. Quel che è certo è che la sua disabilità non gli aveva impedito di proseguire con i suoi progetti professionali e privati. Si interessava di tutte quelle cose che era in grado di poter realizzare. Le altre non le considerava nemmeno.