Chi è Irene Coppola, la sarta delle “mascherine trasparenti”

0
641

E’ Irene Coppola, sarta e stilista gallipolina, la protagonista della puntata di stasera, su Rai 3 a partire dalle 20.25, di “Nuovi eroi”

(Screenshot video)

Terza settimana di programmazione di “Nuovi eroi“, format che racconta, con la voce fuori campo di Veronica Pivetti, le storie di cittadine e cittadini italiani insigniti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il loro impegno civile e per essersi distinti nel servizio alla comunità incarnando in tal modo i più alti valori che definiscono la Repubblica italiana. Al centro della puntata di stasera, su Rai 3 a partire dalle 20.25 circa, ci sarà la storia di Irene Coppola, la sarta e stilista, originaria di Gallipoli, nominata Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana per la sua geniale intuizione di confezionare mascherine trasparenti che consentono pertanto di leggere il labiale ma anche il sorriso, come precisato dalla stessa Irene nel corso della sua partecipazione, qualche mese fa, alla trasmissione “Unomattina”, storico contenitore mattutino di Rai 1.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Christian Bracich, chi è l’imprenditore premiato da Sergio Mattarella

Stasera a “Nuovi eroi” Irene Coppola: chi è la sarta e stilista delle mascherine trasparenti

Irene Coppola non è solo un’intraprendente e generosa sarta e stilista ma è anche il simbolo della tenacia e della resilienza di tutte le donne: la perdita di un figlio, il fallimento di un matrimonio, il trovarsi da sola a crescere due bambini ancora piccoli, infatti, non l’hanno fatta precipitare nella disperazione. Di conseguenza, anche quando l’epidemia di Covid l’ha costretta a chiudere la sartoria, invece di abbandonarsi allo sconforto ha reagito alle vecchie e nuove difficoltà nell’unico modo che conosce: si è rimboccata le maniche e si è gettata a capofitto nel lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Denise Pipitone: nuova pista Ecuador, indagati e segnalazioni anonime

A sue spese ha realizzate migliaia di mascherine, realizzate con una particolare tipologia di tessuto, la pelle d’uovo, che le rende sterilizzabili e quindi riutilizzabili una volta bollite e dotate di una visiera trasparente che consente alle persone sorde di leggere il labiale. Come si legge nella motivazione per il conferimento del titolo onorifico di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, “ha realizzato a sue spese migliaia di mascherine. Ha aiutato un’associazione per sordi inventando una mascherina trasparente per leggere il labiale”.