Covid, ipotesi zona bianca rafforzata con coprifuoco alle 24

0
103

Ipotesi zona bianca rafforzata, con coprifuoco alle 24 e restrizioni alla movida, per scongiurare il c.d. “effetto Sardegna”

(Screenshot video)

Una zona bianca “rafforzata”, con coprifuoco alle 24 (attualmente in zona bianca non è previsto) e altre restrizioni alla movida, come l’obbligo di consumare solo seduti ai tavolini dei bar e dei ristoranti all’aperto, senza sostare quindi in piedi davanti ai locali, per evitare una retrocessione nel caso in cui l’incidenza dei contagi Covid risalisse, anche di poco, oltre i 50 casi ogni 100 mila abitanti: è una delle ipotesi sul tavolo della Conferenza delle Regioni, in calendario oggi. Insomma, si vuole scongiurare il c.d. “effetto Sardegna“, prima Regione a diventare “bianca”, a marzo, per poi, a seguito di un rapido aumento dei contagi, essere declassata prima in zona arancione e poi in quella rossa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid, ISS: “La variante inglese è la più diffusa: presente nel 73% dei casi”

Dunque, in vista della possibile promozione di tre Regioni nella fascia di rischio più bassa (Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna) i Governatori corrono ai ripari per scongiurare il rischio della retrocessione “cromatica”. Frattanto, da oggi la Sicilia immunizza i maturandi.

Ipotesi zona bianca rafforzata con coprifuoco alle 24 e restrizioni alla mobilità. Il nodo delle vaccinazioni in vacanza

Altro nodo da sciogliere è quello relativo alle vaccinazioni in vacanza, con il Commissario all’Emergenza, Generale Francesco Paolo Figliuolo, che ha invitato i cittadini a una pianificazione in funzione della vacanza escludendo altre ipotesi. Tuttavia, il Governatore del Veneto, Luca Zaia, non cede e punta a somministrare i vaccini ai vacanzieri a metà agosto: “Siamo intenzionati ad utilizzare le settimane centrali di agosto per vaccinare chi è in vacanza e in generale gli operatori turistici nella Regione. E a Ferragosto pochi richiami se non per chi se li fissa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid, una luce contro la variante indiana: Pfizer e AstraZeneca efficaci

Anche il Presidente della Liguria, Giovanni Toti, insiste sulla necessità di un accordo Liguria-Piemonte “per vaccinare i turisti in modo che possa diventare una traccia per tutti coloro che lo vogliono fare”. Intanto, il Premier Mario Draghi, dopo aver reso noto che il green pass europeo sarà pronto a metà giugno, ha proposto di chiedere all’Ema di pronunciarsi sulla possibilità di mescolare i vaccini tra prima e seconda dose.