Novellara, svolta nelle indagini sulla 18enne scomparsa: ipotesi omicidio

0
614

Saman Abbas, la 18enne scomparsa nel nulla da Novellara un mese fa, potrebbe essere stata uccisa a causa del suo rifiuto per il matrimonio combinato dalla famiglia: l’ipotesi al vaglio degli inquirenti è di omicidio.

saman abbas scomparsa a novellara: ipotesi omicidio

La scomparsa di Saman Abbas, la ragazza pakistana di 18 anni sparita nel nulla un mese fa a Novellara, nel Reggiano, assume un tragico risvolto. Adesso l’ipotesi emersa dalle indagini coordinate dalla Procura di Reggio è quella di omicidio: nel registro degli indagati ci sarebbero attualmente i suoi parenti. Della vicenda si sta occupando anche “Chi l’ha visto?”.

Il fatto che per la giovane, sparita senza lasciare alcuna traccia, non sia mai stata presentata alcuna denuncia dalla famiglia, ha indotto gli inquirenti fin da subito a escludere un allontanamento volontario. Inoltre nei primi giorni di maggio i suoi familiari sono tornati improvvisamente in Pakistan, a quanto pare per la malattia di una zia. La loro abitazione si trova adesso sotto sequestro.

Ti potrebbe interessare anche -> Novellara, la diciottenne scomparsa non ha lasciato tracce

Saman Abbas scomparsa da Novellara: l’ipotesi è di omicidio per il rifiuto delle nozze forzate

L’attenzione degli investigatori è rivolta al contesto familiare di Saman Abbas. La giovane lo scorso dicembre, quando ancora era minorenne, si era rivolta ai servizi sociali denunciando che i suoi genitori l’avevano promessa in sposa contro la sua volontà a un connazionale in Pakistan. Il matrimonio combinato era già stato fissato al 22 dicembre e i biglietti aerei per la madre patria erano già stati acquistati.

Dopo gli accertamenti delle forze dell’ordine, la ragazza era così stata affidata a una comunità protetta nel bolognese. La madre e il padre erano invece stati denunciati per concorso in induzione in matrimonio. Nel mese di aprile Saman Abbas, compiuti i 18 anni, si era poi allontanata dalla comunità senza avvertire nessuno e lasciando lì il suo telefono. Secondo gli inquirenti la ragazza sarebbe tornata a casa dalla sua famiglia, a Novellara.

Come riferito da Il Resto del Carlino, a metà maggio i carabinieri si erano recati nell’abitazione per notificare un atto alla 18enne, senza però trovare nessuno. Le forze dell’ordine hanno da quel momento deciso di avviare le ricerche. Dagli accertamenti con gli aeroporti e dal tracciamento dei voli, risulta che Saman Abbas non sia partita in Pakistan con la famiglia. La perquisizione all’interno della casa a Novellara non avrebbe però portato a risultati significativi.

Ti potrebbe interessare anche -> Cinese scomparsa da crociera, il marito rinviato a giudizio

Al contrario, nella parte esterna dell’abitazione, alcuni elementi acquisiti dai carabinieri grazie ai cani molecolari avrebbero fornito dei riscontri utili. Sugli ultimi sviluppi delle indagini vige però il più stretto riserbo: l’ipotesi è che la vicenda abbia assunto un tragico epilogo, ma al momento non ci sono ancora certezze. Secondo Reggionline non è escluso che presto venga avviato l’iter per arrivare a una rogatoria internazionale e a mettere in campo l’Interpol.