Cristoforetti è la prima donna europea a guidare la stazione spaziale

0
115

Samantha Cristoforetti partirà il prossimo anno con un lancio dalla Florida: “Sono onorata di guidare squadra di competenti”, ha commentato

Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti (Getty Images)

Sarà l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti la prima donna europea a guidare la ISS, la Stazione Spaziale Internazionale in una missione, la Expedition 68, che vedrà il lancio il prossimo anno. L’annuncio è arrivato dall’Agenzia Spaziale Europea. “Sono onorata della mia nomina alla posizione di comandante, guiderà una squadra di competenti”, ha detto la 44enne trentina.

Prima di lei le donne che hanno comandato la stazione spaziale sono state due americane. Si tratta della seconda missione nello spazio dove sarà lanciata con tutto l’equipaggio con un Crew Dragon di SpaceX dalla Florida nel 2022. Josef Aschbacher, il direttore dell’Agenzia Spaziale Europea, ha detto che la sua nomina è “un’ispirazione per un’intera generazione che vuole entrare a far parte del corpo degli astronauti”, incoraggiando le donne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Viaggio nello spazio, al via la vendita dei biglietti

Samantha Cristoforetti, dal Trentino allo spazio: la carriera

Getty Images

Nata a Milano nel 1977, è originaria di Malè, in provincia di Trento. È tra questa città e Bolzano che compie gli studi. Dopo la laurea in Ingegneria Meccanica a Monaco di Baviera, in Germania, comincia la sua carriera da pilota nell’Accademia Aeronautica. Dopo tre anni, nel 2004, consegue anche la laurea in Scienze Aeronautiche alla Federico II di Napoli perché nella vicina Pozzuoli frequentava l’Accademia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> SpaceX ha portato in orbita quattro astronauti con Crew Dragon 2

È entrata nell’Agenzia Spaziale Europea nel 2009 ad è stata la prima italiana è volare nello spazio. Con la notizia di oggi aggiunge un’altra importantissima e prestigiosa voce alla sua carriera. Ha ricevuto tanti riconoscimenti come le lauree Honoris Causa. È Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e Commendatore dell’Ordine.