Covid: oggi in Italia il dato più basso dal 30 settembre 2020

0
201

I dati di oggi sui contagi da Covid-19: il tasso di positività scende al 2,1%, calano di 28 unità i ricoveri nelle terapie intensive. Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise le prime regioni nella “nuova” in zona bianca. 

STROMBOLI, ITALY – MAY 12: Italian Navy medics administering the vaccine to a resident at the Guardia Medica clinic as the Armed Force support local health structures in administering COVID-19 vaccines in an operation called “EOS” on May 12, 2021 in Stromboli, Italy. Italy is in the process of vaccinating residents on the country’s islands as a matter of urgency to help kickstart local economies dependent on tourism. (Photo by Fabrizio Villa/Getty Images)

Calano ancora ricoveri ordinarie e terapie intensive. Il tasso di positività raggiunge quota 2,1% e i contagi nelle ultime 24 ore sono 1.820 – il dato più basso dal 20 settembre 2020. I morti sono stati 82, in crescita rispetto alla giornata di ieri. La curva dei contagi e in calo e il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 punta ad intensificare le vaccinazioni e ampliarle anche alle fasce d’età più giovani. Dal 3 giugno sarà infatti possibile, per gli under 30, prenotarsi sui portali regionali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Speranza: “Molto probabile la terza dose del vaccino”

L’accelerazione sulle vaccinazioni sarà possibile anche grazie all’arrivo di maggiori dosi per il mese di giugno, rispetto a quelli ricevute nel mese di maggio. La curva dei contagi in salita nel Regno Unito pone l’accento sulla questione variante indiana e invita alla prudenza: “Tutti i vaccini coprono dalle varianti, forse in maniera diversa ma ce lo diranno gli studi, ma dobbiamo considerare che la variante indiana in Italia è sotto l’1%” ha detto Sileri a Domenica In, aggiungendo come al momento la variante indiana non desta accentuate preoccupazioni, visto anche il tasso minimo presente nel Paese, come riporta il Corriere della Sera.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Troppi contagi da Covid, niente Coppa America in Argentina

Da domani sarà possibile per i ristoratori aprire anche le sale interne, con l’arrivo delle nuove regole. Niente coprifuoco invece per le Regioni in fascia bianca – mentre per le zone gialle dal 7 giugno slitterà alle 24. Spazio anche per gli eventi dal vivo che riprenderanno in misura alle nuove disposizioni, così come i banchetti che in questo caso però richiederanno il possesso del green pass.