Incidente A1: 5 morti, chi sono le vittime a bordo del Doblò

0
457

Strage stradale dopo un Incidente tra A1 e A21 a Fiorenzuola d’Arda: 5 morti, chi sono le vittime a bordo del Doblò.

(foto Vigili del Fuoco)

Impressionante il bilancio di un incidente stradale avvenuto sulla bretella di collegamento tra le autostrade A1 e A21 a Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza. Ancora una volta, infatti, l’Italia piange un vero e proprio massacro, una strage stradale che poteva essere forse evitata con un po’ di prudenza in più.

Ti potrebbe interessare–> Denise Pipitone, un testimone anonimo parla a Chi l’ha visto? Hanno paura dei Corona

Stando a quanto ricostruito, un furgone con a bordo cinque persone sarebbe andato a finire contro un Tir che lo precedeva, tamponandolo. Il mezzo, un Fiat Doblò, è letteralmente rimasto incastrato sotto il camion e tra le lamiere contorte, i vigili del fuoco giunti sul posto hanno potuto solo tirare fuori i corpi delle cinque vittime, che sono tutte morte sul colpo.

Ti potrebbe interessare–> Mariolina Nigrelli e sua figlia Alessandra, oggi si sono svolti i funerali

Chi sono le 5 vittime dell’incidente sull’autostrada A1 e cosa è successo

Secondo le prime indicazioni che arrivano in questi minuti frenetici, ci sarebbero tre italiani e due stranieri tra le vittime dell’incidente avvenuto nel pomeriggio di oggi e che ha causato non pochi disagi al traffico. Il tratto di autostrada coinvolto, stando a quanto si è appreso, è stato completamente chiuso al traffico. L’ingresso di Fiorenzuola della diramazione A21 è dunque inaccessibile. Tutto il traffico viene ora deviato.

Sul luogo del drammatico schianto, nel giro di poco tempo, oltre ai vigili del fuoco sono intervenuti i soccorritori del 118, con mezzi e uomini. Purtroppo però nulla hanno potuto fare per salvare le vite dei cinque rimasti incastrati col Doblò sotto il camion. All’arrivo dei soccorsi, erano già morti. Pochi sembrano essere i dubbi che i cinque siano morti sul colpo. Scenario macabro davanti agli occhi dei soccorritori.