Covid, Speranza: “Siamo nella direzione giusta: secondi in Europa per incidenza”

0
617

“Siamo nella direzione giusta: secondi in Europa per incidenza dei casi di positività al Covid”, così il Ministro della Salute Roberto Speranza

Il Ministro della Salute Roberto Speranza (Getty Images)

“Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Puglia, Lombardia e Provincia Autonoma di Trento sono in zona bianca. Oltre 40 milioni di italiani sono in zona bianca. Siamo nella direzione giusta: abbiamo ormai un’incidenza di 26 casi e ciò ci colloca come secondo miglior Paese dell’Unione europea. Le strutture sanitarie possono tornare a occuparsi di altro. E’ un risultato incoraggiate che ci consente di guardare avanti con più fiducia”: è quanto dichiarato dal Ministro della Salute Roberto Speranza che, tuttavia, ha precisato che “occorre insistere su questa strada con prudenza e gradualità” invitando poi a rispettare “corrette abitudini per non vanificare i tanti sacrifici fatti finora”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Tragedia in montagna: precipita nelle cascate dell’Acquafraggia e muore, ferito il compagno

A conferma delle parole del titolare del dicastero della Salute, nelle ultime 24 ore sono 1.390 i nuovi positivi contro i 1.723  del giorno precedente ma su 134.136 test eseguiti, quasi 80 mila in meno rispetto a sabato, 26 le vittime, contro le 52 di ieri, che aggiornano il relativo totale a 127.002, con l’indice di positività che sale leggermente, dall’0.8% all’1%. Si svuotano sempre più le terapie intensive, meno 9 nel saldo giornaliero tra entrate e uscite e 20 nuovi ingressi, così come i reparti ordinari, meno 113.

Covid, Speranza: “Siamo nella giusta direzione: secondi in Europa per incidenza”. Palù: “I parametri dell’epidemia sono in calo”

Inoltre il Ministro della Salute Roberto Speranza nel ribadire la raccomandazione di non inoculare il vaccino AstraZeneca agli under 60 sia per la prima che per la seconda dose ha invitato le Regioni a non andare in ordine sparso ma ad allinearsi ai piani. “I nostri scienziati danno nuove indicazioni che sono assunte unanimemente e che dobbiamo assolutamente rispettare”, ha ammonito il titolare della Salute. Mentre il Presidente dell’AIFA, Giorgio Palù, ha esortato ad avere fiducia nella scienza e a guardare con ottimismo al futuro. “I parametri dell’epidemia sono tutti in calo. Abbiamo formulato indicazioni basate sul principio di massima cautela per l’impiego dei vaccini”, ha precisato Palù.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Femminicidio a Ventimiglia: uomo uccide la sua ex e si suicida

Insomma, mai come in questo momento storico torna d’attualità un aforisma di Marcel Proust: “Credere alla medicina sarebbe la suprema follia se non crederci non ne costituisse una più grande giacché da questo accumulo di errori, alla lunga, sono venute fuori alcune verità”.