Bebe Vio e Federico Morlacchi: i nostri due portabandiera alle Paralimpiadi

0
1008

Bebe Vio e Federico Morlacchi: i nostri due portabandiera alle Palimpiadi. La grande gioia di Bebe Vio

Vi sono notizie pesanti come macigni, per la crudezze la crudeltà di ciò che si deve andare a raccontare. Ve ne sono altre che si scriverebbero da sole, tanto sono belle e leggere come i sogni che vanno a realizzare. La notizia che Bebe Vio e Federico Morlacchi saranno i nostri due portabandiera alle Paralimpiadi, non è soltanto una comunicazione dovuta ma è, soprattutto, un’emozione da condividere.

Ti potrebbe interessare>>>  Elia Viviani e Jessica Rossi: chi sono i portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi

Come per le Olimpiadi, dove l’Italia avrà in Jessica Rossi e Elia Viviani il doppio portabandiera per la cerimonia d’apertura, anche per la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi i nostri portabandiera saranno due: la campionessa del fioretto individuale ed il campione di nuoto . Fuori da ogni retorica, due grandi atleti due grandi esempi. Conosciamoli un pò meglio entrambi.

Federico Morlacchi

Federico Morlacchi
Federico Morlacchi (Getty Images)

Nasce a Luino, in provincia di Varese. Classe 1993. Federico è affetto da ipoplasia congenita al femore sinistro, ma questo non lo fa desistere dal dedicarsi alla sua passione: il nuoto. Inizia a 10 anni la sua avventura agonistica in vasca e da quel momento non si ferma più. Il suo palmares parla per lui:

Giochi Paralimpici

3°/2012 400 stile libero; 3°/2012 100 farfalla; 3°/2012 200 misti; 2°/2016 400 stile libero; 2°/2016 100 rana; 2°/2016 100 farfalla; 1°/2016 200 nebbie

Campionati Mondiali

2°/2013 400 stile libero; 1°/2013 100 farfalla; 3°/2013 200 misti; 2°/2015 100 stile libero; 2°/2015 400 stile libero; 2°/2015 100 farfalla; 1°/2015 200 misti; 1°/2017 400 stile libero; 1° 200 misti; 2° 100 dorso; 2° 4×100 stile libero; 2° 100 farfalla; 3° 100 stile libero; 3° 100 rana; 1°/2019 100 delfino, 1° 4×100 stile libero; 2° 4×100 mista; 2° 200 nebbie

Campionati Europei

3°/2009 100 farfalla; 3°/2009 200 misti; 2°/2011 farfalla; 1°/2014 100 stile libero; 1°/2014 400 stile libero; 1°/2014 100 rana; 1°/2014 100 farfalla; 1°/2014 200 misti; 1°/2016 100 stile libero; 1°/2016 400 stile libero; 1°/2016 100 rana; 1°/2016 100 farfalla; 1°/2016 200 misti; 2°/2016 4 x 50 mista; 3°/2016 4 x 100 mista; 1°/2018 400 stile libero; 1° 100 farfallina; 1° 200 misti; 1° 4×100 misti; 3° 100 rana; 3° 100 stile libero.

Bebe Vio

Bebe Vio
Bebe Vio (Getty Images)

Beatrice Bio, per tutti Bebe, nasce a Venezia nel 1997. Pratica la scherma in carrozzina da quando aveva 5 anni. Dal 2011 in poi ha vinto tutto quello che vi era da vincere, dai campionati nazionali agli Europei e ai Mondiali. Era il 2008 quando Bebe viene colpita da una meningite fulminante da meningococco di gruppo C. In pericolo di vita, i medici decidono dapprima di amputarle le gambe e successivamente anche l’amputazione degli avambracci.

Nonostante tutto questo Bebe non si fermò, nonostante le cicatrici sul viso e quelle invisibili, ma non meno dolorose, sparse nel cuore e nella mente. Da allora partì la sua leggenda:

2010  – Campionati Italiani Assoluti: ARGENTO
2011  – Campionati Italiani Under 20: ORO
Campionati Italiani Assoluti: ORO
Mondiali Under 17 (Femminile): ORO
2012  – Campionati Italiani Assoluti: ORO
Mondiali Under 17 (Femminile e Maschile insieme): ARGENTO
Coppa del Mondo: 3a assoluta (ha partecipato a 3 gare: 3 ARGENTI)
2013  – Campionati Italiani Assoluti: ORO
Mondiali Under 17 (Femminile e Maschile insieme): ARGENTO
Coppa del Mondo: 2a assoluta (ha partecipato a 3 gare: 2 ORI, 1 BRONZO)
Campionati del Mondo Assoluti: 10a
2014  – Campionati Italiani Assoluti: ORO
Mondiali Under 17 (Femminile): ORO
Coppa del Mondo: 1a assoluta (ha partecipato a 4 gare: 2 ORI e 2 BRONZI)
Campionati Europei Assoluti: ORO individuale e ORO a squadre
2015  – Campionati Italiani Assoluti: ORO
Coppa del Mondo: 1a assoluta (ha partecipato a 5 gare: 5 ORI)
Mondiali Assoluti: ORO individuale e BRONZO a squadre
2016   – Paralimpiadi Rio de Janeiro: fioretto individuale ORO
Paralimpiadi Rio de Janeiro: prova a squadre: BRONZO
2017  – Coppa del Mondo: ORO
Coppa del Mondo: 1a assoluta (ha partecipato a 4 gare: 4 ORI)
Campionati Mondiali a Roma: ORO individuale e ORO a squadre
2018  – 1a tappa di Coppa del Mondo (Eger): ORO individuale
2a tappa di Coppa del Mondo (Pisa) ORO individuale e ORO a squadre
Campionati Italiani Assoluti di Milano: ORO individuale
3a tappa di Coppa del Mondo (Varsavia): ORO individuale
Europei di scherma integrata (Jesi): ORO individuale
Europei di scherma paralimpica (Terni): ORO individuale e ORO a squadre
4a tappa di Coppa del Mondo (Tbilisi): ORO individuale più Coppa del Mondo di specialità
4a tappa di Coppa del Mondo (Tbilisi) : ORO a squadre
5a tappa di Coppa del Mondo (Kyoto): ARGENTO individuale
2019  – 1a tappa di Coppa del Mondo (Sharja – Emirati Arabi): ORO individuale e ORO a squadre
2a tappa di Coppa del Mondo (Pisa – Italia): ORO individuale
3a tappa di Coppa del Mondo (San Paolo – Brasile): ORO individuale e ORO a squadre
Campionati Italiani (Palermo): ORO individuale
4a tappa di Coppa del Mondo (Varsavia – Polonia): ORO individuale
Mondiali (Cheongju – Corea del Sud): ORO individuale e BRONZO a squadre
5a tappa di Coppa del Mondo (Amsterdam – Olanda): ORO individuale
2020  – 1a tappa di Coppa del Mondo (Eger – Ungheria):
Fioretto: BRONZO individuale e ORO a squadre
Sciabola: quarti di finale

Bebe Vio e Federico Morlacchi. Le parole di Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico

“Si tratta di due atleti che con le loro prestazioni hanno scritto e continueranno a scrivere pagine memorabili di sport”.

La grande gioia di Bebe Vio

“Sono felicissima, è un sogno che diventa realtà. Una figata pazzesca. Ho sempre dato il massimo per realizzare questo desiderio che coltivo sin da Londra 2012. Spero in questo modo di poter ispirare tante bambine e tanti bambini che iniziare un percorso nello sport paralimpico A loro voglio dire: se hai una buona squadra e un sogno nel cassetto puoi raggiungere qualsiasi obiettivo”.