Christian Eriksen operato e dimesso, va a trovare i compagni

0
221

Buone notizie per il centrocampista danese dell’Inter, Christian Eriksen operato e dimesso, va a trovare i compagni.

(Marco Luzzani/Getty Images)

Il centrocampista danese Christian Eriksen è stato dimesso dall’ospedale dopo una “operazione riuscita” sei giorni dopo aver subito un arresto cardiaco a Euro 2020. Lo ha annunciato poco fa la federazione danese (DBU). I medici avevano detto nella giornata di ieri che a Eriksen, 29 anni, sarebbe stato impiantato un defibrillatore cardiaco per regolare il suo ritmo cardiaco, mettendo in dubbio che sarà in grado di giocare di nuovo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Perché Eriksen non può più giocare in Italia: parla l’esperto

Ma la notizia ancora più importante è che lo stesso Eriksen abbia commentato: “L’operazione è andata bene e sta procedendo bene”. Quindi ha aggiunto: “Grazie per l’enorme numero di saluti: è stato incredibile da vedere e da sentire”. Eriksen ha potuto visitare i suoi compagni di squadra nella loro base di allenamento a Helsingor, a nord della capitale danese. Ora tornerà a casa per trascorrere del tempo con la sua famiglia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Christian Eriksen torna sui social dopo il malore – FOTO

Operato e dimesso Eriksen: le sue condizioni

Il regista dell’Inter ha dovuto essere rianimato in campo dopo essere crollato al 43′ della gara d’esordio del Gruppo B della Danimarca contro la Finlandia sabato scorso. La partita al Parken Stadium di Copenhagen è ripresa quasi due ore dopo, dopo che Eriksen è stato portato d’urgenza in ospedale e la Danimarca ha perso 1-0. I danesi sono stati sconfitti 2-1 dal Belgio giovedì in una partita interrotta dopo 10 minuti per un applauso a sostegno di Eriksen.

Adesso sono costretti a battere la Russia nell’ultima partita e sperare di passare grazie alla classifica avulsa e alla differenza reti. Nel frattempo, Eriksen ha annunciato che farà il tifo per i suoi compagni di squadra. Da quanto si apprende, il calciatore dell’Inter sta bene e l’operazione di routine è perfettamente riuscita. Ovviamente, è molto affaticato e provato per quanto gli è accaduto. Sembra una certezza che però non potrà tornare a giocare a calcio.