Alessia Genovese morta di distrofia: si era laureata qualche giorno fa

0
422

La giovane torinese Alessia Genovese era riuscito anche a incontrare un simbolo della cultura in Italia che l’aveva incoraggiata

Alessia Genovese
Alessia Genovese (foto Facebook)

Aveva gettato il cuore oltre l’ostacolo, come si dice quando si compie un’impresa difficile. Proprio quel cuore però l’ha abbandonata dopo che insieme aveva raggiunto un traguardo ambito come la laurea, ottenuta con non poche difficoltà visto che non poteva parlare.

Alessia Genovese fin da bambina soffriva di distrofia muscolare ma era comunque riuscita a laurearsi in lingue dal Cto di Torino dov’era ricoverata.

Era ricoverata da più di un anno per una rara e grave distrofia muscolare, tetraparesi e afasia. In tutti questi mesi ha fatto cardiorianimazione poi ancora in Rianimazione al Cto ma è stata anche all’Unità Spinale Unipolare della Città della Salute di Torino.

La grave cerebrolesione le aveva tolto l’uso della parola ma aveva comunque inseguito il suo sogno nonostante un futuro incerto. Alessia era infatti diventata una ragazza simbolo per i giovani che sgomitano per realizzare i proprio sogni nonostante le gravi avversità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Saman Abbas consegnata allo zio dalla madre”: le ultime novità del caso

Alessia Genovese, l’incontro con Alberto Angela

Foto Facebook

Lo scorso anno a causa di un grave scompenso cardiaco in cardiomiopatia dilatativa le viene trapiantata il cuore presso la Cardiochirurgia universitaria dell’ospedale Molinette nel capoluogo piemontese. Le conseguenze, però, non sono semplici e viene colpita da tromboembolia cerebrale con tetraparesi ed afasi dopo un’insufficienza renale.

Prima di questo intervento ci fu un incontro causale con Alberto Angela, simbolo della cultura nel nostro paese e punto di riferimento per chi ama lo studio, l’approfondimento e vorrebbe che ciò diventasse il proprio lavoro. Il noto divulgatore scientifico la incoraggiò a inseguire i suoi sogni. Il video fu pubblicato sui social e divenne virale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giuseppina Torregrossa, carriera e curiosità sulla scrittrice italiana

Così tutti conobbero la storia di Alessia, la sua voglia di continuare a vivere e migliorarsi anche se era ben consapevole che il suo percorso era nell’incertezza più totale. Anche lei divenne un simbolo, di speranza e di forza di volontà. Nonostante tutto.