Russia-Danimarca 1-4, russi travolti e danesi agli ottavi. Tabellino e Highlights

0
148

Con una buona prova la squadra di Hjulmand si classifica come seconda nel girone B

Russia-Danimarca: Tabellino e Highlights

Russia-Danimarca 1-4, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Russia-Danimarca: Tabellino e Highlights – A Copenaghen la Danimarca prova davanti al pubblico di casa a dare la scossa al suo Europeo e, dopo due sconfitte, prova a battere almeno la Russia di Stanislav Cherchesov. Gli avversari sono riusciti a battere la Finlandia per 1-0, perciò sono a pari punti nel girone proprio con la squadra di Markku Kanerva. A dispetto dell’entusiasmo iniziale, la squadra di Kasper Hjulmand deve però confrontarsi con una difesa molto ostica, con la formazione russa che in questa occasione è ben schierata e segue fedelmente le direttive tecniche del suo allenatore. I danesi fanno gran parte del possesso palla, nel corso della prima frazione di gioco anche del 70%, mentre la Russia prova a rispondere in contropiede, impegnando in un paio di circostanze anche il portiere Schmeichel, che comunque si fa sempre trovare pronto tra i pali. La partita rimane bloccata a reti inviolate seguendo questo copione almeno fino al 38′, momento nel quale Damsgaard, il gioiellino della trequarti danese che gioca in Italia con la Sampdoria, riesce a sorprendere Safonov con un tiro a giro alto, ma dalla traiettoria che si abbassa presto, permettendo alla conclusione di insaccarsi sotto l’incrocio dei pali russo. Da questo episodio in poi, motivati dal vantaggio, i danesi continueranno ad attaccare, ma senza raccogliere più del vantaggio minimo nella prima metà di partita. Applausi comunque da parte del pubblico di casa, che sembra apprezzare ampiamente lo spettacolo al quale sta assistendo. La Danimarca rientra così negli spogliatoi in vantaggio, con la Russia che è chiamata a provarci con maggior convinzione al rientro dagli spogliatoi dopo la pausa.

La ripresa

Nel secondo tempo il gioco è più spezzettato nei primi minuti, con le occasioni da rete che latitano. La Danimarca spera nel vantaggio belga nella partita che si gioca in contemporanea, ma deve anche impedire ai russi di pareggiare, dato che il vantaggio è minimo. Nonostante la buona prestazione difensiva del primo tempo, la difesa russa agevola però i compiti dei danesi, perché un retropassaggio molto rischioso e avventato, chiamato dallo stesso portiere Safonov, favorisce l’intervento di Poulsen, che con estrema facilità riesce a intercettare e a depositare il pallone in rete sorprendendo il portiere russo in controtempo. Con il raddoppio i danesi possono solo sperare nei risultati delle altre, in primis l’altra partita del girone e poi anche le altre che andrano a consolidare la classifica delle migliori terze. Con il doppio vantaggio gli scandinavi non si fermano, ma continuano ad attaccare, con la Russia che sembra in balia degli avversari. Quando la partita sembra chiusa, è però l’arbitro francese Clement Turpin a fischiare un calcio di rigore per i russi, dopo un’azione confusa dove dopo trattenuta un attaccante è finito a terra. Tante proteste da parte dei danesi ma il veterano Dzyuba dal dischetto degli undici metri non sbaglia. Riaprendo la partita il centravanti ha così peggiorato anche la differenza reti degli avversari, elemento cruciale ai fini della qualificazione, anche per rientrare tra le migliori terze. Il morale dei danesi torna però ad rialzarsi, perché prima il Belgio riesce a segnare e a portarsi quindi in vantaggio, poi Christensen al 79′ allunga il vantaggio della sua squadra chiudendo di fatto i conti con la Russia con un tiro molto forte da fuori area che rimane basso e si insacca nella porta di Safonov. Ormai la partita pende da una sola parte, perché con l’atalantino Maehle, uno dei migliori in campo, gli scandinavi riescono a segnare anche il 4-1. Così è grande festa a Copenaghen, con i danesi che potranno godersi senza ulteriori calcoli gli ottavi di finale da seconda del girone. Un grande sollievo rispetto a come si era messa la classifica del gruppo B a circa metà del secondo tempo.

 

Potrebbe interessarti anche: Italia-Galles 1-0: firma di Pessina

Segui gli Europei su Twitter

Russia-Danimarca: Tabellino e Highlights

Reti: Damsgaard 38′, Poulsen 59′, Dzyuba 70′, Christensen 79′, Maehle 82′

Russia (3-5-2): Safonov, Dzhikiya, Kudryashov (Karavaev 68′), Diveev, Kuzyaev (Mukhin 67′), Golovin, Zobnin, Ozdoev (Zhemaletdinov 61′), Fernandes, Dzyuba, Miranchuk (Sobolev 62′).
Allenatore: Stanislav Cherchesov

Danimarca (3-4-2-1): Schmeichel, Vestergaard, Kjaer, Christensen, Mehle, Delaney (Jensen 86′), Hojbjerg, Wass (Stryger Larsen 61′), Damsgaard (Norgaard 72′), Braithwaite (Cornelius 86′), Poulsen (Dalberg 61′).
Allenatore: Kasper Hjulmand

Arbitro: Clement Turpin

Ammoniti: Kudryashov, Delaney, Diveev

Espulsi: –

Highlights QUI