Portogallo-Francia 2-2, doppiette di Ronaldo e Benzema: Tabellino e Highlights

0
441

La riedizione della finale del 2016 si conclude con un pareggio che accontenta entrambe le squadre

Portogallo-Francia: Tabellino e Highlights

Portogallo-Francia 2-2, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Portogallo-Francia: Tabellino e Highlights – La finale degli Europei 2016 si ripropone questa sera cinque anni dopo come terza e decisiva partita del Gruppo F nella fase a gironi. Tra i protagonisti, come allora, Ronaldo per il Portogallo, mentre nella Francia è sempre più trascinata dal nuovo asso Mbappé, erede e da sempre estimatore di CR7. La partita è una delle più attese di questa prima fase, con i portoghesi chiamati a vincere per evitare di essere già eliminati, mentre l’Ungheria è impegnata con la Germania in contemporanea al match di Budapest tra le formazioni di Fernando Santos e Didier Deschamps. Nei primi minuti la Francia prova a gestire il pallone e a imbastire una manovra d’attacco, mentre il Portogallo è più attento dietro la linea del pallone e prova a giocare di rimessa. I lusitani devono sapersi guardare soprattutto dalle giocate di Pogba in mezzo al campo, dai movimenti di Benzema e dai dribbling in velocità di Mbappé, evitando magari gli errori commessi contro la Germania nel secondo match giocato in questo Europeo. la prima chance di Mbappé arriva al 16′, ma è Rui Patricio a farsi trovare pronto, intuendo la traiettoria del tiro del fuoriclasse francese, come ormai ha abituato il pubblico con i suoi gol. La posizione dell’attaccante del Psg era comunque dubbia, degna di essere rivista al var. Il Portogallo prova così a reagire, giocando palla a terra e costringendo anche i francesi a difendersi. Sanches, Semedo e Ronaldo scambiano bene sulla fascia destra, ma non è facile trovare spazio tra le maglie bianche del reparto arretrato di Deschamps, sempre molto attento anche nella fase difensiva. Al 20′ Ronaldo ha la possibilità di ribattere in porta un cross respinto troppo timidamente dai difensori avversari, ma l’attaccante della Juventus calcia a lato, senza impensierire il portiere Lloris, che si limita a seguire la traiettoria del pallone. Con il vantaggio dell’Ungheria contro la Germania, la Francia però non ha fretta di segnare, arrivando prima nel girone anche con un pareggio contro i lusitani, mentre Ronaldo e compagni possono essere stuzzicati dall’idea di vincere per conquistare la prima posizione e quindi evitando la sfida con l’Inghilterra ai quarti di finale. Al 28′ la partita però si accende con un’uscita in grande e grave ritardo di Lloris, perché il portiere francese colpisce in pieno Danilo Pereira, spingendo l’arbitro a fischiare subito il calcio di rigore e ad ammonire l’estremo difensore della Francia. Pereira ha la peggio, tanto che devono intervenire i medici per un pugno preso in pieno volto. Senza alcun dubbio è Ronaldo a calciare dal dischetto degli undici metri, con il pallone che si insacca alla destra di Lloris, battuto mentre si stava tuffando a sinistra. Una partita così importante è così CR7 a sbloccarla, uno degli uomini più attesi, che in questo momento vince anche la sfida generazionale con il suo fan Mbappé. Ora la Francia è chiamata a reagire perché, qualora la Germania riuscisse a ribaltare il punteggio e a rimontare contro l’Ungheria, Pogba e compagni finirebbero terzi, quindi chiamati a sfidare il Belgio di Martinez e Lukaku già agli ottavi, con la vincente tra Italia e Austria ai quarti di finale. Al 34′ ci prova Moutinho, ma il tiro finisce largo rispetto alla porta di Lloris, senza praticamente far correre alcun pericolo alla difesa francese. In questa fase sta giocando comunque molto meglio il Portogallo, con la formazione di Deschamps che ora fa fatica a uscire dalla propria metà campo. Il possesso palla è tutto dalla parte dei lusitani, che sembrano essere in grado agevolmente di manovrare il pallone e fare possesso. Rispetto all’atteso Kanté è Renato Sanches a rendersi bene in mostra contro il forte centrocampo francese, con una partita di grande sacrificio e generosità. Per Moutinho un altro tiro dal limite al 41′, ma la conclusione finisce alta, in modo molto simile rispetto alla precedente, completamente fuori rispetto allo specchio della porta dei Blues. Il Portogallo riesce a finire la prima frazione di gioco in attacco, con la Francia in grave difficoltà, che non riesce di fatto più a uscire dalla propria area di rigore. Molto bene i lusitani, per quanto non stiano riuscendo a trovare il raddoppio in questo momento molto propizio. Al 45′ però arriva il colpo di scena, con un contatto di spalla sul quale Mbappé finisce a terra, con l’arbitro Antonio Mateu Lahoz che fischia il calcio di rigore per la Francia al primo ribaltamento di fronte dopo circa una ventina di minuti che attaccava il Portogallo. Il var, nonostante il penalty non sembri esserci, non segnala nulla, perciò Benzema ha l’opportunità di segnare il gol dell’1-1 dal dischetto. Il centravanti veterano non sbaglia e replica su rigore alla rete del suo compagno di quadra di tanti anni al Real Madrid. Alla fine della prima frazione di gioco i transalpini riescono così a pareggiare, complicando la partita che il Portogallo stava per portare a casa in modo molto agevole. Si vedrà nella ripresa quali saranno gli effetti psicologici di questo episodio, con le squadre che rientrano negli spogliatoi sul pari dopo tre minuti di recupero.

La ripresa

Gli effetti mentali sono tutti dalla parte della formazione di Deschamps, perché Benzema riesce a mettere a segno la sua doppietta personale, convalidata dal var, già al 47′, con il risultato che così è ribaltato e la rimonta completata rispetto al Portogallo, che ora è costretto a inseguire, reagire e ritrovare le forze per tornare nella metà campo avversaria, nonostante la doppia doccia fredda per Ronaldo e compagni. Passa un quarto d’ora ma i lusitani non si arrendono. Quanto dovevano fare si traduce in un nuovo rigore per Ronaldo, che il fuoriclasse della Juventus non sbaglia. Con il 2-2 i portoghesi tornano in corsa e i tedeschi sarebbero eliminati. La Germania riesce a pareggiare nella ripresa, ma subisce nuovamente una rete dagli ungheresi, così poco cambia nel conteggio finale delle squadre qualificate. La partita, nella seconda metà della seconda frazione di gioco, si assesta così in un precario equilibrio, dove il gioco è molto spezzettato e anche le sostituzioni, per turnover, sono tante. Francia e Portogallo si portano così fino al novantesimo con il punteggio consolidato dai due attaccanti più prolifici delle due nazionali, con tanto di brivido per i portoghesi per un controllo del var in pieno recupero. Ronaldo da una parte e Benzema dall’altra decidono così la gara, gli ex madridisti che tanti gol hanno segnato insieme con la camiseta blanca.

 

Potrebbe interessarti anche: Slovacchia-Spagna 0-5: manita roja

Segui gli Europei su Twitter

Portogallo-Francia: Tabellino e Highlights

Reti: Ronaldo 31′, Benzema 45′, Benzema 47′, Ronaldo 60′

Portogallo (4-3-3): Rui Patricio, Guerreiro, Ruben Dias, Pepe, Semedo (Dalot 79′), Sanches (Oliveira 88′), Pereira (Palhinha 46′), Moutinho (Neves 72′), Diogo Jota, Bernardo Silva (Bruno Fernandes 72′), Ronaldo.
Allenatore: Fernando Santos

Francia (4-3-1-2): Lloris, Lucas Hernandez (Digne 46′, Rabiot 52′), Kimpembe, Varane, Kounde, Kanté, Pogba, Mbappé, Griezmann (Sissoko 87′), Tolisso (Coman 66′), Benzema.
Allenatore: Didier Deschamps

Arbitro: Antonio Mateu Lahoz

Ammoniti: Lloris, Lucas Hernandez, Griezmann, Kimpembe

Espulsi: –

Highlights QUI