Ondata di calore, in Puglia Emiliano vieta il lavoro nei campi nelle ore più calde

0
118

Ondata di calore, in Puglia Emiliano vieta il lavoro nei campi nelle ore più calde. Decisione doverosa, ma non si poteva prendere qualche giorno prima?

 

Bastava qualche giorno prima. Bastava che questa decisione sacrosanta, ma assolutamente logica, fosse stata presa qualche giorno prima e anche Camara Fantamadi ne avrebbe tratto giovamento. Non pensiamo, infatti, che questa sia la prima estate con temperature che a fine giugno toccano, nelle ore canoniche più calde, ovvero dalle 12 alle 16 per intenderci, i 40 gradi ed oltre.

Ti potrebbe interessare>>> Camara Fantamadi, morire di fatica a soli 27 anni

E’ stato necessario che un ragazzo di 27 anni morisse schiantato dalla fatica, che si accasciasse sul ciglio di una strada con la sua bicicletta, per comprendere che certi lavori non possono essere svolti a determinati orari con determinate temperature. Il corpo esanime di Camara ha fatto sì che qualche coscienza si risvegliasse dall’eterno sonno e che, finalmente, si ponesse un qualche rimedio.

Ondata di calore. L’ordinanza della Regione Puglia

Screenshot Camara Fantamadi
Screenshot Camara Fantamadi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha emanato un’ordinanza in virtù della quale si vieta nell’intera regione “il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole, dalle 12,30 alle 16 con efficacia immediata e fino al 31 agosto 2021”. Questo a seguito della tragedia avvenuta nella provincia di Brindisi che ha visto la morte di Camara Fantamadi.

Ti potrebbe interessare>>> Meteo, onde di calore al Sud: 40 gradi in Puglia. Allerta temporali in Veneto

Il settore agricolo è quello direttamente interessato dal tardivo provvedimento della regione Puglia. Viene da domandarsi, non senza una bella dose di rabbia, come mai in questo benedetto, assurdo belpaese, ci debba sempre scappare il morto per spingere a prendere provvedimenti assolutamente logici. I tanti lavoratori dei campi della regione Puglia ma non solo, dovranno essere grati al sacrificio estremo da Camara Fantamadi. Se le loro condizioni di lavoro miglioreranno, perlomeno per quanto riguarda gli orari, lo dovranno a quel ragazzo di 27 anni che, tornando a casa in bicicletta, dopo tante ore sotto il sole cocente, si è accasciato sfinito sul ciglio di una strada, per addormentarsi. Per sempre.