Novellara, incidente sul lavoro: operaio morto schiacciato da un sacco di mangime

0
303

Novellara, incidente sul lavoro: operaio morto schiacciato da un sacco di mangime. Una nuova tragedia sul posto di lavoro

118
118 (Pixabay)

Chissà se verrà un giorno in cui non si dovranno raccontare tragedie sui posti di lavoro. Chissà se verrà mai un giorno dove chi si reca a lavoro avrà la certezza di trovarsi in un luogo dove poter svolgere la propria mansione in tutta sicurezza. Al momento non possiamo far altro che aggiornare questo triste elenco con un altro nome che, come gli altri saranno dimenticati, in attesa di aggiungerne uno nuovo.

Ti potrebbe interessare>>> Incidenti sul lavoro: operaio cade da un ponteggio e muore

Il nuovo, tragico evento ha avuto luogo a Novellara, in provincia di Reggio Emilia. La vittima è un uomo di 58 anni, Roberto Romitti, residente nel comune di Reggiolo. L’uomo è morto dopo schiacciato da un enorme sacco di mangime dal peso di 12 quintali. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, il sacco sarebbe caduto da un muletto che si trovava all’interno del capannone di proprietà dell’azienda dove l’uomo lavorava.

Novellara incidente sul lavoro. I colleghi della vittima hanno dato l’allarme

A  dare l’allarme sono stati i colleghi di Roberto Romitti, una volta che l’hanno visto sotto il sacco di mangime. Nonostante l’allarme sia stato dato tempestivamente, al momento dell’arrivo dei sanitari del 118 l’uomo era già spirato. Purtroppo non è stato possibile far altro che constatarne l’avvenuto decesso. Ora si dovranno valutare tutte le ipotesi riguardanti il tragico incidente.

Ti potrebbe interessare>>> Morti sul lavoro: due operai perdono la vita a Brescia e Torino

Un’altra vittima sul posto di lavoro, un’altra famiglia che viene distrutta. Il lavoro deve nobilitare l’uomo, non ucciderlo. Si devono trovare, obbligatoriamente, delle soluzioni per aziende e lavoratori affinché il lavoro possa essere svolto con il massimo della sicurezza possibile. Una disattenzione fatale può capitare, purtroppo. Qui siamo di fronte ad un bollettino di guerra che quotidianamente deve essere aggiornato.

Novellara incidente sul lavoro, un altro, un’altra vita perduta. Sono troppe le vite perdute, è troppo il dolore arrecato.