Ufficiale: Messi svincolato dal Barcellona. Cosa succede adesso

0
230

Lionel Messi è svincolato, il suo contratto con il Barcellona è ormai ufficialmente giunto alla scadenza. Nonostante da oggi sia libero di accordarsi con una nuova squadra i blaugrana spingono per trovare una nuova intesa.

messi svincolato dal barcellona
Credit: David Ramos/Getty Images

La notizia ha del clamoroso. Lionel Messi, tra i calciatori più amati e vincenti nella storia del calcio, formalmente non è più un giocatore del Barcellona: le trattative per il rinnovo del numero dieci non sono andate a buon fine nel tempo necessario e così allo scoccare della mezzanotte il suo contratto è scaduto.

Questo significa che la Pulce argentina, attualmente impegnata in Copa America con la sua Nazionale, è adesso libera di accordarsi con qualsiasi altro club. Ciò che sembra essere certo dalle prime indiscrezioni è che il Barcellona non resterà a guardare, tuttavia la blasonata società spagnola a livello di immagine ne esce sicuramente danneggiata. Il mondo del calcio resta con i fari puntati sull’incredibile vicenda.

Ti potrebbe interessare anche -> Tim pronta alla super offerta, Serie A e Champions insieme: costi e dettagli

Messi svincolato ma il Barcellona cerca un nuovo accordo

Il legame tra Lionel Messi e il Barcellona si è clamorosamente interrotto dopo ben 7,478 giorni. Nonostante le forti frizioni dell’anno scorso a colpi di fax e comunicati, che avevano gravemente incrinato i rapporti, il giocatore ha continuato a vestire la maglia blaugrana. Nel frattempo, nel mezzo di una stagione più che deludente, è cambiata la proprietà del club con il ritorno del presidente Joan Laporta dopo l’esperienza di Josep Maria Bartomeu. Da lì sono ripartite le trattative per il rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2021, uno dei più ricchi nella storia dello sport professionistico.

Ti potrebbe interessare anche -> Cristiano Ronaldo, il gesto a fine gara contro il Belgio non passa inosservato – VIDEO

Negli ultimi giorni sembrava che l’intesa fosse vicina ad essere raggiunta ma così non è stato a causa delle complessità di natura economica e fiscale. Adesso sarà decisiva la volontà dello stesso Messi, che dovrà capire se proseguire la carriera con il club che lo ha fatto diventare grande o provare invece nuove sfide all’estero. Dalle voci attualmente in circolazione il giocatore sarebbe propenso a restare per altri due anni e per questo Laporta ha fatto capire di essere tranquillo e ottimista. Certo è che se le trattative si dovessero prolungare a oltranza, non è da escludere che il campione argentino possa cambiare idea: d’altronde i club interessati a Lionel Messi non mancano.