Malika Chalhy, anche un cane da 2.500 euro dopo l’auto di lusso

0
302

Riflettori di nuovo puntati su Malika Chalhy, la 22enne cacciata di casa perché lesbica: dopo l’auto di lusso, ha acquistato un cane da 2500 euro

(Screen video)

Una nuova bufera sta travolgendo Malika Chalhy, la 22enne salita alla ribalta mediatica dopo essere stata cacciata di casa dai genitori per aver fatto outing. Nei giorni scorsi la giovane ragazza lesbica è stata messa sulla graticola dopo una foto postata su Intragram che la ritrae al volante di una fiammante Mercedes, fresca di concessionario, comprata con i soldi, circa 150 mila euro, donati da tanti nostri connazionali per aiutarla a mantenersi visto che, oltre a essere senza una casa, non ha più neanche un lavoro. Molti sui social l’hanno accusata di aver ingannato gli italiani dal momento che aveva promesso di devolvere una parte del denaro in beneficenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Domenico Marocchi, l’inviato Rai: da Oggi è un altro giorno a Dedicato

Ora un’altra spesa pazza di Malika dà di nuovo fiato alle polemiche: la 22enne, infatti, ha acquistato un bulldog francese da 2.500 euro continuando così a dilapidare il denaro generosamente donatele per il suo sostentamento.

Malika Chalhy, anche un cane da 2.500 euro dopo l’auto di lusso. Il venditore: “Ha acquistato il cane più caro”

A confermarlo, nel corso di un colloquio con il sito Tpi.it, l’uomo di Firenzuola che le ha venduto il cane: “Non avevo riconosciuto la ragazza quando è venuta in allevamento ma poi ho capito. Non sono cani per tutte le tasche, qui poi vendiamo i migliori. Ha speso 2.470 euro, ha pagato lei con due bonifici, uno il 15 maggio e l’altro il 21. Ha preso il più caro“. L’uomo ha poi rivelato: “Quando il cane è stato male, non voleva mettermi in contatto con il suo veterinario. Pretendeva una strana riservatezza, era come se io non fossi dovuto esistere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Chi è Enzo Campagnoli: il direttore d’orchestra continua a stupire

La sua prima reazione alla notizia sul cane, secondo quanto riportato da Tpi.it, è stata alquanto piccata: “L’ho preso perché mi piaceva la razza, devo giustificarmi perché spendo i miei soldi come voglio?“. Poi, Malika, intuendo di aver commesso una gaffe , ha corretto il tiro: “Il cane è un bene di prima necessità. Sono amante di questa razza e ho preso un bulldog. La Mercedes e il bulldog sono beni necessari“. Ma quello sugli acquisti folli non è il suo unico scivolone: la portavoce della 22enne ha parlato di contatti con la ex Presidente della Camera Laura Boldrini per imbastire una collaborazione nella lotta contro le discriminazioni. Ma la Boldrini, dalle colonne del “Corriere della Sera, ha seccamente smentito. Tuttavia, al fine di ripulire la propria immagine, Malika ha pubblicato sulle stories di Instagram le foto dei bonifici inoltrati a varie associazioni di beneficenza e un post in cui spiega che la “fandonia sulla Boldrini da me non è mai uscita“.