Covid, Figliuolo: “La variante Delta sta diventando dominante”

0
270

Monito del Commissario all’Emergenza Covid, Generale Francesco Paolo Figliuolo: “La variante Delta sta diventando dominante”. Il Comitato Tecnico-Scientifico ha reso noto che a settembre si tornerà a scuola con la mascherina e rispettando il distanziamento

Il Generale Francesco Paolo Figliuolo (Screen video)

“Il ciclo vaccinale completo è l’unico rimedio. Purtroppo il virus circola ancora e la variante Delta sta diventando dominante. Grazie all’andamento della campagna vaccinale però produce effetti meno gravi rispetto al passato recente”, ha ammonito, dalle colonne del “Corriere della Sera, il Commissario all’Emergenza Covid, Generale Francesco Paolo Figliuolo, precisando che 6 italiani su 10 hanno ricevuto almeno una dose, che i vaccini ci sono e che l’immunità di gregge può essere raggiunta in 2 mesi. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza, che, pur riconoscendo che “la situazione è cambiata positivamente grazie anche alla campagna vaccinale”, “non si può considerare vinta la sfida al Covid” e, pertanto, serve “la massima attenzione anche alla luce delle nuove varianti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Blitz contro il mandamento di Partinico: 81 arresti. C’è anche una pentita

“Se finora poteva essere anche accettato un atteggiamento di prudenza sul vaccino in base al rapporto costo-beneficio e si poteva aspettare e vedere l’evoluzione della pandemia, con la variante Delta che abbiamo di fronte bisogna affrettarsi a vaccinare prima dell’inizio della scuola”: così il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli, sulla vaccinazione degli adolescenti. Mentre per accelerare tra gli over 60 per Anelli è necessario superare gli hub e coinvolgere “i medici di base”.

Covid, Figliuolo: “La variante Delta sta diventando dominante”. Cts: “A settembre a scuola con mascherine e distanziamento”

Sono 808 i nuovi positivi al Coronavirus nel nostro Paese, contro i 932 del  giorno precedente, a fronte di 141.640 tamponi processati, quasi 90 mila in meno rispetto alla precedente rilevazione, mentre sono 12 i decessi, in calo rispetto ai 22 del giorno prima, 127.649 dall’inizio della pandemia. Scendono sotto i 200 i ricoverati in terapia intensiva, 197, con un calo di 3 unità e 7 ingressi giornalieri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Incidente sul Garda, arrestato il tedesco che guidava il motoscafo

Intanto, in risposta ad alcuni quesiti posti dal Ministero dell’Istruzione per programmare l’inizio del prossimo anno scolastico, il Comitato Tecnico-Scientifico ha reso noto che a settembre si tornerà a scuola con la mascherina e rispettando il distanziamento, raccomandando, inoltre, in ragione dell’incertezza del quadro epidemiologico, di individuare già da ora le misure anti-contagio da applicare a seconda che gli istituti scolastici si trovino in zona bianca, gialla, arancione o rossa anche perché, hanno precisato gli esperti del Cts, per quanto l’immunizzazione del personale scolastico ridurrà ulteriormente la diffusione del Covid, al momento non è possibile prevedere quanti minori saranno vaccinati, ecco perché, hanno chiosato gli esperti, non è plausibile l’utilizzo del green pass in ambito scolastico.