Le regole del caos: la storia vera del film in onda su Iris

0
267

Le regole del caos questa sera in prima serata: cosa c’è di reale e cosa è stato inventato dal regista: tutte le curiosità

Le regole del caos
Le regole del caos (screen YouTube)

Questa sera la rete Mediaset Iris propone il film di Alen Rickman del 2014 Le regole del caos. Basato in parte su fatti realmente accaduti, non essendo un film storico è imbastito da molto immaginazione ma è reale l’ambientazione.

Il film racconta della storia d’amore tra Sabine e André Le Nôtre interpretati da Kate Winslet e Matthias Schoenaerts. Recita anche lo stesso regista che interpreta il Re Sole Luigi XIV.

Siamo infatti nella Francia del sovrano che è stato personaggio di vari film e libri di letteratura, precisamente nel 1682 mentre si stanno costruendo i giardini di Versailles. Sabrine De Barra non è una donna nobile ma è una talentuosa architetto e brava per l’allestimento degli esterni ed è incaricata per la costruzione del Bosquet de Rocailles, sala da ballo all’aperto per i nobili. André Le Nôtre (realmente esistito) è il nobile responsabile del progetto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone contro hater e profili fake

Le regole del caos, cosa è reale e cosa è finto

Screnn YouTube

Come molte storie il loro rapporto inizialmente non è dei migliori, anzi, ma poi finiranno per avere non solo un’affinità da un punto di vista professionale ma anche personale e si innamoreranno.

Ma delle differenze tra realtà e finzione ci sono e la principale è il periodo di dove viene inserita la storia. André Le Nôtre è nato nel 1613 e dunque nel 1682 avrebbe avuto 69 anni e l’età non corrisponde a quella del film.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Jeff Bezos non è più il CEO Amazon: al suo posto Andy Jassy

Sabine De Barre invece non è mai esistita. Difficile pensare a una donna di responsabilità, non nobile, nel XVII secolo. Il personaggio è servito per raccontare una storia d’amore in crescendo così come a fiorire erano contemporaneamente i giardini oggi noti in tutto il mondo.