Laser puntato contro Schmeichel: l’Uefa apre procedimento contro l’Inghilterra VIDEO

0
185

La Uefa denuncia l’Inghilterra dopo che un fan ha puntato una penna laser sul viso del portiere della Danimarca Kasper Schmeichel. 

L’Uefa ha avviato un procedimento disciplinare contro l’Inghilterra dopo che uno dei tifosi inglesi ha puntato un laser sul portiere della Danimarca Kasper Schmeichel prima del rigore decisivo dell’inglese Harry Kane nella semifinale di Euro 2020.

POTREBBE INTERESSARTI: Harry Kane, una casa da sogno per l’attaccante dell’Inghilterra

L’incidente è avvenuto nella prima metà dei tempi supplementari dopo che al giocatore Raheem Sterling è stato assegnato un rigore a seguito di un fallo di ostruzione nei confronti dei danesi Joakim Maehle e Mathias Jensen all’interno dell’area di rigore. Lo stesso rigore valutato dagli stessi inglesi come “generoso”, da parte dell’arbitro olandese Makkelie.

Mentre Schmeichel si preparava ad affrontare il rigore, un laser verde gli è stato puntato in faccia nel tentativo di dissuaderlo e, sebbene il portiere della Danimarca abbia salvato il calcio di rigore di Kane, non è stato in grado di impedirgli di segnare il rimbalzo che si è rivelato decisivo per la nazionale inglese.

Ecco il video postato su Twitter da uno spettatore :

In totale, l’Uefa ha emesso tre accuse contro l’Inghilterra per il comportamento dei tifosi inglesi durante la semifinale dello scorso martedì 6 luglio. Le accuse riguardano l’uso del laser contro il portiere, un disturbo durante l’inno nazionale ad inizio partita e l’accensione di fuochi d’artificio da parte dei supporters di casa nella zona dello stadio.

L’indagine aperta verrà presa in carico dall’Organo di controllo, etica e disciplina. L’Inghilterra, comunque, non rischia l’esclusione da Euro2020, ma è la federazione calcistica inglese a rischiare di incorrere in una pesante multa.

“Se qualcuno ha puntato una penna laser su Schmeichel, deve essere bandito a vita”, ha scritto su Twitter l’ex attaccante del Liverpool e dell’Inghilterra Stan Collymore.