Abby e Brittany Hensel, l’incredibile storia delle gemelle siamesi

0
193

Abby e Brittany Hensel hanno due teste e altrettanti cuori ma condividono la maggior parte del corpo: il loro è un caso raro

Abby e Brittany Hensel
Le gemelle Abby e Brittany Hensel (screen YouTube)

Molti organi in comune ma due cuori diversi. Una muove un braccio autonomamente, l’altra una gamba. È l’incredibile ma certamente non unica storia delle gemelle siamesi Abby e Brittany Hensel, trentenne, originarie del di Carver Country, nel Minnesota.

Sono unite dalla nascita e proprio il quel momento i genitori hanno scoperto tutto. La mamma ha raccontato che quando nel marzo 1990 si recò in ospedale per il parto, sapeva che avrebbe messo al mondo una bambina. Il corpo in effetti è uno ma due sono le teste e altrettanti i colli.

I medici fin da subito hanno detto ai genitori che intervenendo chirurgicamente si potevano staccare per renderle la vita più agevole. Avvisarono anche c’era l’alto rischio che una delle due non sarebbe sopravvissuta. Così davanti a questa possibilità presero la decisione di non rischiare e lasciare viverle insieme, nel vero senso della parola e domani Real Time dedicherà uno speciale alla loro storia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> J-Ax ricorda Raffaella Carrà: “Per te un amore fortissimo”

Abby e Brittany Hensel, oggi insegnano a scuola

Screen YouTube

La famiglia è ben consapevole che purtroppo potrebbero diventare oggetto di derisione e che comunque sarebbero state guardate in modo differenze. Dopo la loro nascita decide quindi di trasferirsi in campagna, più lontano da occhi indiscreti.

Le gemelle crescono e hanno una vita come tutte le altre. Non sono rari i casi di ritardi cognitivi, ma per loro, fortunatamente, non è così. Studiano, terminano l’università, sono brave e oggi insegnano anche presso una scuola primaria. Hanno imparato a coordinare i movimenti perché hanno comunque due cervelli e nel 2012 hanno anche uno show tutto loro per la rete televisiva americana TLC.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Franco Baresi ‘smentisce’ Piquè: l’amaro ricordo di quel rigore sbagliato

Il loro è davvero un caso raro. I gemelli siamesi non hanno una lunga prospettiva di vita (muoiono in età infantile) e come detto di solito hanno dei ritardi cognitivi. Nulla di tutto ciò riguarda le gemelle Abby e Brittany Hensel che riescono a condurre una vita sostanzialmente normale, al netto di alcune difficoltà.