Matteo Cascinari, cosa sappiamo su di lui: carriera

0
73

Matteo Cascinari, consegue una Laurea in Economia e Commercio all’Università Bocconi di Milano per poi conseguire una carriera di oltre 20 anni nel mondo del corporate business.

Matteo Cascinari, chi è il key man di Primo Space e diversi progetti sulle start up (Foto dal web)
Matteo Cascinari, chi è il key man di Primo Space e diversi progetti sulle start up (Foto dal web)

Per anni è stato il direttore Marketing della Walt Disney e del Sole 24 ORE, nella sua carriera è stato una figura versatile soprattutto per quanto riguarda il il P&L e la business tv.

Nel suo ruolo ha avuto modo di occuparsi anche dei servizi Internet, Real time financial information e dell’agenzia stampa Radiocor, nel 2009 torna ad occuparsi di imprenditoria fondando Blooming una start up di social e-commerce.

L’esperto di marketing ha effettuato anche investimenti su due fondi di Venture Capital, per poi diventare membro dell’Advisory Board e investire in 7 start-up di equità privatizzata.

Durante la sua carriera è diventato membro della AIFO, l’Associazione Italiana Family Offices, per poi svolgere diverse attività di mentorship in programmi di accelerazione italiani e internazionali.

Attualmente è l’uomo chiave e l’ideatore del progetto Primo Space, un fondo economico per tutte le start up italiane che si affacciano al mondo aerospaziale.

Gli obiettivi del fondo spaziale sono quelli di fornire supporto a tutte le istituzioni come l’industria spaziale, si prevede una crescita esponenziale di questo settore nei prossimi 20 anni.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Maura Tirillò e la sua battaglia per l’emancipazione delle tassiste

Matteo Cascinari, il key man di Primo Space raccoglie oltre 58 milioni di euro nella prima fase

Il key man è riuscito a dare valore nella New Space Economy italiana, per riuscire a garantire una crescita esponenziale nei prossimi venti anni. Il fondatore dell’idea ha dichiarato di essere molto soddisfatto dell’obiettivo raggiunto.

Di solito quando si impostano degli obiettivi ci si aspetta almeno la metà del valore previsto, in questo caso erano stati preventivati 80 milioni di euro, la prima fase si è chiusa con 58 milioni, oltre la metà, questo è un buon segno di ripresa.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Arrestato in Indonesia il broker accusato di truffa ai danni di Antonio Conte

Tramite questo traguardo il Primo Space potrà attuare delle strategie politiche di investimento mirate a tutti coloro che vorranno investire sulle strutture aerospaziali italiane.

Creare valore e rendita per gli investitori è uno degli obiettivi del progetto, il quale nasce come una sorta di sviluppo per la filiera italiana della Space Economy, la venture capital permetterà di finanziare tutte le start up che credono nel settore economico e aerospaziale italiano.