Matteo Salvini: Con il Covid dovremo conviverci per dieci anni

0
139

Matteo Salvini: Con il Covid dovremo conviverci per dieci anni. Il leader della Lega commenta così le probabili nuove misure anti contagio

Matteo Salvini
Matteo Salvini (Getty Images)

Matteo Salvini è a Milano impegnato a presentare un nuovo punto della Lega per la raccolta delle firme per i referendum sulla giustizia. Ma ogni occasione è buona per commentare i fatti di estrema attualità. Tutto ruota inesorabilmente, inevitabilmente intorno alla pandemia che gioca con le nostre vite quasi come fa il gatto con il topo. Rallenta un attimo la sua invadenza, illudendoci di poterci riprendere le nostre vite e nuovamente ti colpisce, magari con una nuova variante, che ti manda in aria tutti i progetti di ripresa.

Ti potrebbe interessare>>> Matteo Salvini, invece di essere indagati uomini e donne in divisa andrebbero ringraziati

La politica questo dannatissimo gioco lo ha imparato a conoscere bene. A cominciare dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale avrà utilizzato il termine “prudenza” un milione di volte in un anno e mezzo. Quel ministro Speranza più volte attaccato dalla Lega di Matteo Salvini e dall’intero centro – destra durante il secondo mandato governativo di Giuseppe Conte.

La mancanza di prudenza in Matteo Salvini

Attaccato dallo stesso leader della Lega nonostante entrambi facessero parte del governo presieduto da Mario Draghi. Sarà perché la parola prudenza non rientra nel vocabolario di Matteo Salvini che, a dire il vero, nell’anno e mezzo di pandemia, ha avuto pareri e proposte ondivaghi sulle misure da adottare per limitare il contagio. Ricordiamo tutti il suo “riaprite tutte le spiagge” della scorsa estate che ci hanno fatto pagare un prezzo altissimo nell’inverno successivo.

In riferimento alla stretta attualità riguardante il Green pass e le misure adottate dalla Francia dopo il discorso del presidente della Repubblica francese, Macron, il leader della Lega si è così espresso: “Noi con il Covid temo che dovremo conviverci per dieci anni”, temendo che all’orizzonte vi siano nuove disposizioni restrittive. Stranamente questa volta anche lui ha utilizzato la parola prudenza, aggiungendo immediatamente, però, che non ci possiamo chiudere dentro casa una volta l’anno.

Ti potrebbe interessare>>> Caso Gregoretti, niente processo per Matteo Salvini: la sentenza

Le mascherine? Quando necessarie. Il rispetto delle regole sicuramente, ma si devono evitare, per il leader leghista, il diffondersi del terrore e l’eventualità di nuove chiusure. Fino a quando la variante Delta continuerà a contagiare, ma diminuiranno i ricoveri in terapia intensiva e i decessi, sarà giunto il momento di una forzata convivenza, questo il suo pensiero. Estremamente chiaro ed assolutamente semplice. In puro stile Matteo Salvini.